CONDIVIDI
Giovanni Nappi
Giovanni Nappi

Nappi-Peluso: firmata l’alleanza. E adesso con l’accordo siglato nel primo pomeriggio di ieri tra il candidato sindaco Giovanni Nappi e Antonio Peluso, l’ex primo cittadino alla guida della città tra il 1996 e il 2015 (con la sola eccezione del periodo compreso tra il 2006 e il 2009), la coalizione composta da una serie notevole di liste civiche e dal Pd si presenta oggi più che mai davvero forte, in grado cioè di raccogliere un consenso territoriale molto ampio in vista delle elezioni comunali del 20 e 21 settembre prossimo. Questo raggruppamento si confronterà al voto, ormai vicinissimo, con quello capeggiato dal sindaco uscente Massimo Pelliccia, che sarà sostenuto da una coalizione di liste civiche da cui emergono figure attualmente gravitanti nell’orbita di Forza Italia. Anche il segretario provinciale della Lega di Matteo Salvini, Vincenzo Catapano, ha annunciato già due settimane fa che sosterrà Pelliccia alle comunali con una lista e il suo simbolo di partito. Ma a tenere banco è il rafforzamento della coalizione a sostegno di Giovanni Nappi. Ieri il “Gruppo Peluso” in un comunicato ha dettagliato i motivi dell’alleanza con Nappi. “Sulla scorta della propria storia civica il “Gruppo Peluso”, pur ribadendo la propria individualità ed autonomia, ha trovato una sostanziale convergenza con le eterogenee forze politiche che formano la Coalizione “Nappi Sindaco”. Il documento sottoscritto da tutti individua obiettivi di massima e le strategie necessarie per assicurare un reale miglioramento socio-economico e civile della nostra Città. Si legge nel documento sottoscritto che “la verticistica amministrazione Pelliccia ha evidenziato incapacità e limiti che hanno determinato uno scadimento nella vita civile, sociale ed economico di Casalnuovo. Anche sotto il profilo culturale, democratico e partecipativo è stata registrata una netta involuzione sia nell’istituzione comunale che nella comunità. Da questa considerazione scaturisce la necessità di una netta inversione di tendenza da realizzarsi attraverso idee, programmi ed uomini che, in discontinuità con l’attuale governo cittadino sappiano avviare un processo concreto di miglioramento della Città. La base su cui si fonda l’accordo elettorale sarà ulteriormente illustrata nel documento programmatico in corso di definizione, già nei prossimi giorni, da parte di un Commissione appositamente istituita. La collegialità costituisce la base dell’agire politico/amministrativo della coalizione sia nella fase di elaborazione programmatica che nell’esercizio in ambito istituzionale e che saranno agevolate tutte le forme di partecipazione della cittadinanza e delle associazioni presenti sul territorio. Su questi presupposti si auspica che possano convergere altre forze politiche e sociali presenti in Città.               “Sin dall’inizio – commenta Giovanni Nappi – la mia candidatura è stata sostenuta da una coalizione che si pone su una posizione di netta discontinuità con la politica perseguita dal vertice, dall’esecutivo e dagli esponenti di riferimento che governano il territorio. L’incondivisibile, nella forma e nella sostanza, azione politico-amministrativa di chi oggi governa – la stoccata rivolta a Massimo Pelliccia e ai suoi sostenitori in municipio – è notevolmente influenzata da singoli atti e da specifici interessi. E visto che anche il “Gruppo Politico Peluso” – la spiegazione dei motivi dell’accordo raggiunto ieri – si trovava su un’analoga posizione critica nei confronti dell’attuale governo cittadino, è stato avviato da qualche settimana un dialogo volto a verificare la sussistenza delle condizioni necessarie per convergere su una posizione comune. Così oggi la nostra coalizione si allarga, in termini di uomini e di programmi. Siamo già al lavoro – conclude Nappi – per recepire le linee programmatiche già tracciate dal nostro gruppo di partenza, linee che rappresentano la nostra idea di comunità. E ora, dritti verso l’obiettivo finale: vincere per liberare Casalnuovo”.