Calci e pugni a rider del fast-food: giovanissimi incastrati dal video

Si cercano gli altri membri del branco

0
254

 

NAPOLI. Calci e pugni, anche mentre la vittima era al suolo: la scorsa notte un rider è stato aggredito da un gruppo di minorenni a Napoli, in via Lepanto, quartiere Fuorigrotta. La vittima, 26 anni, non si è rivolta alle forze dell’ordine, probabilmente per il timore di ritorsioni: ad avvisare i carabinieri della compagnia di Bagnoli sono stati i medici dell’ospedale San Paolo, dove il giovane era appena arrivato.

 

Il rider ha riportato contusioni multiple ritenute guaribili in 21 giorni. Non sono chiari i motivi dell’aggressione, ma grazie alle immagini di videosorveglianza i carabinieri hanno già identificato due degli aggressori, un 17enne e un 15enne, denunciati per concorso in lesioni personali. Continuano le indagini per identificare gli altri componenti del ‘branco’.

 

Le reazioni

“Sono immagini che fanno male. Vedere tanta violenza, tanta crudeltà in ragazzi così giovani è terribile. Abbiamo inviato i filmati alle forze dell’ordine, chiediamo che tutti i responsabili vengano subito individuati e puniti duramente. Ogni giorno, purtroppo, i rider devono fare i conti non solo con un lavoro duro, ma anche con incivili e criminali. Non dimentichiamo la storia di Gianni, rider pestato a inizio anno e derubato del suo scooter. Come in quel caso, che fummo i primi a denunciare, chiediamo un intervento rapido ed efficace. Per questi ragazzi servono pene esemplari, che siano da esempio per tutti”.

 

Così il consigliere regionale di Europa Verde Francesco Emilio Borrelli che in una nota spiega: “secondo quello che hanno riferito alcuni cittadini, a quanto pare il branco per ‘gioco’ avrebbe sputato addosso al rider e alla sua reazione hanno ben pensato di picchiarlo”.

 

IL VIDEO