CONDIVIDI

Riceviamo e pubblichiamo.

Brusciano, gli italoamericani organizzati nella “Giglio Society of East Harlem New York” promuovono la “Ballata del Giglio di Sant’Antonio dopo la rinuncia forzata dovuta al Covid-19.

Dopo la forzata rinuncia dell’anno scorso, dovuta alla Pandemia Covid-19, ritorna nel 2021 la “Ballata del Giglio di Sant’Antonio” promossa dagli italoamericani con origini familiari a Brusciano organizzati nella “Giglio Society of East Harlem New York”. Da qualche giorno, all’indirizzo web https://www.youtube.com/watch?v=QHaYlgSo5N0, video firmato Tommy Liquori Productions, sono state pubblicate le immagini di presentazione, dopo lo stop dell’anno scorso, per l’emergenza sanitaria, della “Giglio Dance”, con il previsto svolgimento dal 5 all’8 agosto 2021.

Da Brusciano è costante il contatto con gli USA ed i giglianti italoamericani di New York, tramite il sociologo Antonio Castaldo, che in quest’ultimo ventennio ha prodotto studi e ricerche, scambi culturali e reciproche visite nel segno della l’antica condivisione delle esperienze festive in onore di Sant’Antonio di Padova che si manifestano nella “Ballata dei Gigli”.

Prima dello iato pandemico, nell’anno 2019 era stato Mitch Farbman il “Capo n. 1” a guidare la “Ballata del Giglio di East Harlem,” mentre peri l’anno2021, così come era stato programmato per il saltato 2020, il “Capo n. 1” sarà Phil Bruno, nipote del pioniere Gioacchino Vivolo, storico “First #1 Capo Paranza” della “Giglio Dance” sulla 106esima strada a New York.

Partito da Brusciano all’età di 26 anni, Gioacchino Vivolo giunse in America nel dicembre del 1907 con la nave a vapore “Re d Italia” e dopo qualche tempo venne raggiunto dalla moglie Concetta con la figlia Anna. La devozione per Sant’Antonio di Padova e la tradizione della “Ballata dei Gigli” venivano traslate a East Harlem sula 106esima Strada grazie all’iniziativa di Gioacchino e suo fratello Rocco Vivolo entrambi membri della “Società Bruscianese”. Grazie alle ricerche del sociologo Antonio Castaldo, presso gli archivi del Comune di Brusciano e la testimonianza di Mast’AntonioD’Amore, generoso ospite presso la sua abitazione di Via Giovanni Esposito, “Casaromano”, durante le Feste dei Gigli, è stato possibile, negli anni scorsi, accertare e ripristinare, il perduto collegamento familiare tra l’italoamericano Phil Bruno e la famiglia D’Amore “E’ Fellune”.

In questi ultimi anni i rapporti fra i giglianti di Brusciano e di New York si sono intensificati. Negli anni dal 2013 al 2018 il rivestimento artistico del Giglio di Sant’Antonio, utilizzato per la Festa di East Harlem, è stato quello progettato e realizzato, in segno di “Friendship and Brotherhood – Amicizia e Fratellanza”, dall’architetto Luigi Romano e dal grafico Carmine Belfiore dell’Associazione Giglio Gioventù 1985, coordinati dal capoparanza Angelo Mocerino “O’ Piscatore” e dal socio fondatore Antonio Di Palma per la inedita spedizione in USA. Ora, il “Board”, Consiglio di Amministrazione, della GSEHNY con tutti i suoi membri, i cullatori e gli affezionati della “Giglio Dance” trepidanti attendono il montaggio della nuova veste, già pronta dall’anno scorso perché spedita a New York dopo la realizzazione a Brusciano. Quest’ultimo progetto intitolato “Union in Faith – Unione nella Fede” è stato ideato da Fiore D’Amore, musicista e presidente del Giglio Passo Veloce 1978 e poi realizzato presso la “Bottega Sessa” dal giovane Carmine Sessa, figlio di Pinuccio Sessa, in passato stimato capoparanzadell’Associazione del Giglio Ortolano. Il giovane Carmine con orgoglio e crescenti riconoscimenti sta portando avanti la tradizione artigianale degli indimenticabili e amati dal popolo di Brusciano, nonno Zì Carminiello “Zazà”, e zio Pierino.

Per avere un’idea della realizzata “Festa dei Gigli a New York”, sia dal versante Bruscianese ad East Harlem e sia dal quello Nolano a Williamsburg, basta seguire il documentario dell’anno 2003 diretto e prodotto dal sociologo Antonio Castaldo per IESUS Istituto Europeo di Scienze Umane e Sociali e postato all’indirizzo web https://www.youtube.com/watch?v=hhTWIbflw5c .

Le ultime due visite degli italoamericani di New York della “Giglio Society of East Harlem” registrate a Brusciano durante la Festa dei Gigli in Onore di Sant’Antonio di Padova, sono state quella del 2016 con la partecipazione di Phil Bruno, Mitch Farbman, Jimmy & Tommy Granata, Nicolas Granata, John Spampinato & John Jr Spampinato, Bob Maida, Champ Vitale, Peter Tiscione e Joe Rinaldi come si evince visualmente dal sito webhttps://www.eastharlemgiglio.org/first-lift-2016-in-brusciano-italy/ , e del 2017, come testimoniato in video, all’indirizzo https://www.youtube.com/watch?v=oV198z6I0CE , per il 40esimo Anniversario del Giglio “Passo Veloce” presieduto da Fiore D’Amore, cugino di Phil Bruno presente alla cerimonia insieme a John Spampinato.

E dunque il 2021 New York ed il quartiere East Harlem, antica Little Italy con folta presenza migratoria bruscianese, sulla 115esima Strada nominata anche “Giglio Way” vedrà, come programmato, la Festa del Giglio di Sant’Antonio svolgersi dal 5 all’8 agosto 2021, cui Antonio Castaldo ha rivolto questo pensiero: “My best regards to GSEHNY Board of Directors and congratulations to Phil Bruno #1 Capo Paranza 2021. Warmest greetings to the lifters and their families and to all people will come to visit Giglio Dance in East Harlem, remembering all ancestors and honouring and praying Saint Anthony of Padua, as well in USA as in Brusciano, Italy. Have good Feast – I miei migliori saluti al Consiglio di amministrazione della GSEHNY e congratulazioni a Phil Bruno, Capo Paranza n. 1 del 2021. Un caloroso saluto ai cullatori e alle loro famiglie e quanti verranno a far visita alla “Giglio Dance” in East Harlem, ricordando tutti gli antenati, onorando e pregando Sant’Antonio di Padova, sia negli Stati Uniti d’America e sia a Brusciano in Italia. Buona Festa!”