CONDIVIDI
fonte foto: rete internet

No Banner to display

Dal comune di Boscoreale riceviamo e pubblichiamo. 

 

Si è costituita la Commissione Comunale di Indagine su richiesta di 14 Consiglieri Comunali ai sensi degli artt. 44 dello Statuto Comunale e 58 del Regolamento del Consiglio Comunale, ha avviato in data 7 giugno 2021 i lavori della Commissione per verificare i motivi sul perdurare dello stato di mancato controllo sulla gestione e attività della società in house Ambiente Reale.

I 5 componenti designati dal Presidente del Consiglio Dott. Antonio Di Somma sono: l’Avv. Pasquale Di Lauro – Presidente della Commissione, Geom. Antonio Mappa -VicePresidente, Rag. Gaetano Campanile – Segretario/Relatore, Dott. Alfonso Langella – Componente, Dott. Michele Vaiano – Componente.

Come annunciato sulla richiesta di istituzione della stessa, l’indagine permetterà alla Commissione di individuare eventuali motivi sul mancato controllo sulla gestione della società in house Ambiente Reale. L’indagine si concentrerà in particolare su potenziali responsabilità ed inadempienze relative a:

Se siano stati rispettati l’espletamento dei servizi previsti dal piano industriale approvato in Consiglio Comunale, in quanto il mancato adempimento viene considerato quale grave inadempimento contrattuale;

Se siano state rispettate le norme sulla trasparenza e sul controllo che la società in house è soggetta per legge;

Se i lavoratori dipendenti dell’azienda in house siano stati tutelati ai sensi e per gli effetti del D. Lgs. 81/2008;

Se l’utilizzo del personale dell’azienda sia stato conforme al Piano Industriale e funzionale al perseguimento degli obbiettivi di efficienza ed efficacia del servizio;

Se sono state avviate iniziative atte all’incremento della raccolta differenziata.

Le conoscenze acquisite con tale indagine contribuiranno a chiarire tutto quanto sopra elencato, mettendo in condizione il Consiglio Comunale di valutare ed intraprendere quelle decisioni atte a tutelare l’intero Consiglio Comunale, la società in house Ambiente Reale e la cittadinanza.

Si procederà all’accertamento di eventuali inadempienze circa il mancato controllo sulla gestione della partecipata e sullo svolgimento dei servizi e della gestione del personale da parte della società in house Ambiente Reale.

Pertanto, l’attività della Commissione mira principalmente ad acquisire tutte le necessarie informazioni al fine di meglio comprendere le cause, le responsabilità e/o le eventuali omissioni per valutarle alla luce delle norme che regolano la pubblica amministrazione e le società in house. Se dall’analisi dei risultati emergessero gravi specifici comportamenti omissivi o inadempimenti, sarà onere della Commissione relazionare al Consiglio Comunale e trasmettere una apposita relazione informativa agli Organi competenti atti ad esercitare il controllo della partecipata Ambiente Reale e della pubblica amministrazione.

Contestualmente al presente comunicato stampa, al fine di poter accedere a tutte le informazioni ed atti per l’espletamento del mandato istituzionale, la Commissione invierà richieste di documenti o dichiarazioni ai Capi settore comunali o a personale e uffici a loro collegati, il tutto nel pieno rispetto del mandato conferito, delle Leggi vigenti e del Regolamento Comunale. Si precisa che l’attività della Commissione si espliciterà in maniera gratuita.

La Commissione prevede di concludere i lavori nei 60 giorni previsti dalla delibera di Consiglio Comunale della sua istituzione. La relazione di chiusura sarà inviata al Presidente del Consiglio Comunale, per la convocazione di un Consiglio Comunale per relazionare all’intero consesso civico.