CONDIVIDI

Grazie alla Pro loco il comune di Ottaviano è stato inserito nell’elenco di Travel365 delle 12 piccole realtà italiane da visitare.

Travel365 è il più importante blog italiano di informazioni, curiosità, guide sul mondo e sulle destinazioni per i viaggi, descrive le grandi capitali e metropoli, ma anche piccoli paesi e posti sperduti nel globo; consigli di viaggio, storie, descrizioni e racconti sulle città e i luoghi più interessanti del pianeta. – Qui troverete spunti per viaggi e avventure in tutto il pianeta, e per la verità, anche sulla luna! – Si legge sulle pagine del portale, e tra i più svariati posti del mondo da visitare compare il paese di Ottaviano. In una guida sulle piccole realtà italiane, sui posti sconosciuti ma interessanti, tra le piccole frazioni, borghi e comuni poco frequentati ma ricchi di risorse artistiche, storiche e culturali è stato inserito anche Ottaviano.

Travel365 fa un elenco dei migliori borghi sconosciuti che vale la pena vedere: Sapri una piccola gemma del mare del sud; Treviglio la città dei trattori, in Lombardia; Caselle Torinese, Torino, nota per essere un’oasi tranquilla tra il fragore industriale; Poggio Moiano in provincia di Rieti, di piccole dimensioni ma di grande fascino; Treia in provincia di Macerata, un borgo raffinato; Castelbuono in Sicilia, luogo di remote origini storiche nel Parco Naturale delle Madonie; Maddaloni in provincia di Caserta, in cui un tempo sorgeva la mitica città di Calatia; San Marco Argentano in Calabria, uno dei maggiori centri culturali in provincia di Cosenza; Trani in Puglia, è il tipo di posto ideale per passeggiare lungo i vicoli e ammirare la vista sul porto; Ercolano in provincia di Napoli, i suoi spettacolari scavi archeologici lo rendono uno dei comuni più interessanti, patrimonio dell’UNESCO; Fregene nel Lazio, una delle migliori località turistiche-balneari di tutto il litorale romano. Tra tutte queste bellezze al nono posto della lista, ecco cosa si legge di Ottaviano:

“Ottaviano è nota come la “Città di Pace”, in quanto storica sede di importanti uffici giudiziari fin dal 1800. L’origine del nome è riconducibile alla Gens Octavia, la Gens dell’Imperatore Augusto, che possedeva il territorio in epoca romana.
Oltre ad essere la sede del Parco Nazionale del Vesuvio, importantissimo dal punto di vista naturale e geologico. Qui si trovano numerose attrattive quali il Palazzo Mediceo e diverse chiese, tra cui spicca la Chiesa Madre intitolata al santo Patrono San Michele Arcangelo, festeggiato in data 8 maggio. In occasione della festa patronale ha luogo la tradizionale “Diana” ovvero una successione di botti che segnalano l’inizio dei festeggiamenti ai fedeli, i quali scendono per strada e raggiungono la chiesa correndo. All’interno della cittadina si svolgono tantissime altre attività: tra queste spiccano i “Mercatini al Castello“, un evento di rilevanza nazionale capace di attirare 30.000 persone all’anno, ormai giunto alla terza edizione. Esso si tiene appunto nel Palazzo Mediceo, sede di storica rappresentanza della città. L’obbiettivo dell’evento è diffondere e promuovere i prodotti tipici locali e l’artigianato, preservare la tradizione degli antichi mestieri ed esaltare l’immagine del paese.”