Addio Gigante, Acerra piange il fondatore della Locanda: “Non fatela morire con me”

0
2635
“Solo poche parole. Ho sempre cercato il silenzio nelle mie richieste.
Non ho mai amato chiedere.
Non vi chiedo niente.
È normale morire.
Non fate morire La Locanda.
I giocattoli non devono morire se sono utili all’umanità.
Buona Fortuna
Carlo”
Con questo post apparso sulla pagina ufficiale della comunità, la Locanda del Gigante annuncia la morte del suo fondatore Carlo Petrella. Il sociologo novantenne si è spento nella notte ad Acerra.
La comunità perde uno dei suoi uomini più illuminati: oltre 20 anni fa aveva fondato nelle campagne di Calabricito la comunità di recupero per tossicodipendenti regalando una speranza a centinaia di giovani che volevano sfuggire ai loro demoni. Ha attraversato mille difficoltà compresa la rapina subita lo scorso ottobre.
Centinaia i messaggi di cordoglio apparsi alla notizia della sua morte da parte di associazioni e semplici cittadini, legati al messaggio di Carlo. Un gigante.