Acerra, una donazione per rinascere: 6 alberi per piazza Soriano

0
487

 

 

ACERRA – Sei alberi per far rinascere piazza Angelo Soriano ad Acerra. La bella iniziativa è di Marica Esposito che ha deciso di donare gli arbusti all’associazione “Acerra – Ecologisti & Cittadini”. La proposta per l’area del rione Gravina è stata accolta con grande entusiasmo dal presidente dell’associazione Giacomo Pietoso.

 “Esiste il detto ‘ogni promessa’ è debito e non potevamo venir meno alla più importante delle promesse fatte: quella all’ambiente. La sua protezione e valorizzazione sono per noi principi di fondamentale importanza, che guidano, da sempre, il nostro modus operandi. La nostra volontà è quella di partecipare con azioni concrete e di non perdere tempo in chiacchiere.” ha scritto Marica Esposito nella lettera inviata all’associazione.

“Con questo piccolo gesto, la donazione di sei arbusti all’associazione Acerra – Ecologisti e Cittadini, intendiamo contribuire alla causa di chi pensa globalmente partendo dalla nostra città.

Non potevamo che affidare questo compito a chi si contraddistingue per impegno o dedizione costante sul territorio, con la speranza di continuare nel tempo a collaborare fattivamente nella realizzazione di progetti ad impatto sociale ed ambientale.”

La proposta è stata accolta favorevolmente dal presidente dell’associazione Giacomo Pietoso: “Cara Marica, grazie per il gesto. Siamo felici per aver affidato a noi il compito di contribuire a ripristinare lo stato dei luoghi di piazza Angelo Soriano. Quello che voi umilmente chiamate piccolo gesto rappresenta per noi un grandissimo significato di rinascita, affinchè la presa di coscienza di salvaguardare la natura sia la sfida per l’uomo moderno. Siamo onorati del vostro dono e di questa concreta collaborazione a favore dell’impegno ecologico.

La vera ricchezza è nel donare e questo dono rappresenta una ricchezza di cui potranno godere le future generazioni. I vostri arbusti saranno piantati nella nostra città come simbolo imponente di rispetto e amore verso il pianeta. Lo faremo insieme a te e alle istituzioni che necessariamente dovremo coinvolgere per rispettare le norme in materia. In qualità di presidente dell’associazione provvederò a contattarti e a definire con te le modalità di consegna.”