A Napoli prosegue il programma “Restart Scampia”. Concluse le operazioni di abbattimento della Vela A

0
28

A Napoli si sono concluse le operazioni di abbattimento della Vela A di Scampia mentre la giunta comunale, su proposta dell’assessore al patrimonio e ai lavori pubblici Carmine Piscopo, approva un atto di indirizzo finalizzato all’attuazione del secondo stralcio del Programma “Restart Scampia”.

L’atto prevede la realizzazione di un insediamento abitativo temporaneo sull’area di sedime della Vela A, in grado di consentire lo svuotamento dei singoli “bracci” della Vela B, i cui lavori di riqualificazione procederanno per parti. Ciò consentirà di indire la gara lavori per la rigenerazione della Vela Celeste, destinata, in una prima fase, all’abitare temporaneo e, in una seconda fase, a funzioni pubbliche collettive.

Contestualmente, la delibera di indirizzo dà mandato agli Uffici di predisporre, in sinergia con il territorio, e come previsto dal Programma “Restart Scampia”, tutti gli atti necessari alla determinazione della gara internazionale di progettazione per la riqualificazione dell’intero lotto M, del Parco della Socialità, delle strade di accesso, dei servizi urbani integrati e dell’edificio Stazione della Metropolitana.

“L’abbattimento della Vela A – ha detto l’assessore Piscopo – ha segnato il punto di arrivo di un lungo processo portato avanti con la collettività e oggi diviene il punto di avvio di un percorso di trasformazione che ridarà luce a Scampia e che vedrà nuovamente impegnati cittadini, comitati, istituzioni e amministrazione. Con questo atto di indirizzo, approvato all’indomani dell’abbattimento della Vela A ­- ha concluso – si dà avvio alla fase due prevista dal progetto ReStart”.

(foto dal web)