CONDIVIDI

Con la partita di calcio giocata dai ragazzi del Primo I.C.S. e dell’ADS Stella Spendente sono stati raccolti €1.168,50, testimoniando così solidarietà al noto complesso scientifico napoletano, recentemente distrutto da un incendio.

Si è conclusa con un pareggio 4 a 4 la partita di calcio tra i ragazzi della Ten. M. De Rosa e la squadra della scuola calcio ADS Stella Splendente, poi ai successivi calci di rigore si è affermata la De Rosa.

Dopo la “passeggiata per la legalità” fatta mano nella mano per alcune strade del paese, lo stadio A. De Cicco ha accolto sugli spalti molti alunni, insegnanti, professori e genitori che hanno partecipato all’evento dal titolo “Un Calcio per ricominciare”, creato dalla Ten. M. De Rosa e patrocinato dall’Ente, per raccogliere fondi a favore della ricostruzione della Città della Scienza. In campo le squadre dei ragazzi, che con il loro “spettacolo” sportivo hanno permesso la raccolta di € 1.168,50 testimoniando così solidarietà al noto complesso scientifico napoletano, recentemente distrutto da un incendio.

“L’amichevole di calcio è stata compresa e sono soddisfatta della partecipazione – ha affermato Maria Capone, dirigente del I° Istituto Comprensivo – tesa non solo a non far dimenticare il valore culturale di Città della Scienza, ma anche a far vivere i valori sportivi, a tenerli sempre alti e tramandarli a coloro che saranno la società del domani. Abbiamo voluto portare all’opinione pubblica il nostro chiaro messaggio di legalità, perché convinti che quanto si sta facendo risponde a giusta causa. Ringrazio il sindaco, sempre pronto a sostenere le nostre iniziative e la società sportiva Stella Splendente per quanto prodotto, offerto e per la sensibilità dimostrata. Un abbraccio ai ragazzi che sono scesi in campo ed a tutti, insieme protagonisti di quest’evento, ribadendo che è necessaria la legalità, la sicurezza nell’attività agonistica ed il rispetto dell’etica sportiva, base di ogni competizione. E come era solito dire un giovane calciatore che non c’è più: Divertiamoci insieme e corriamo incontro alla vita”.

“E’ stata una bella manifestazione – dice l’ass. Ciro Castaldo – e va soprattutto sottolineata la collaborazione del “privato” e la sinergia con l’amministrazione, perché si raggiungono più facilmente ed egregiamente obiettivi di rilievo quando insieme si lavora per il bene comune”.
(Fonte foto: Ufficio Stampa Comune di Sant’Anastasia)