CONDIVIDI

Grossa operazione dei carabinieri della stazione della città delle fabbriche. Sequestrati decine di migliaia di prodotti contraffatti. I militari: “Sono tossici”.

I negozi dei commercianti cinesi che vendono di tutto e di più a prezzi molto bassi si trovano in vari punti di Pomigliano. Uno è in pieno centro, a pochi metri dalla piazza più importante della cittadina, piazza Primavera.

Un altro sta nella zona vecchia, in via Roma, a poca distanza da un vicolo che porta all’Alenia e il terzo nell’estrema periferia, al confine con la vicina frazione di Tavernanova di Casalnuovo. Il problema però è che secondo i carabinieri tutti questi esercizi vendono prodotti contraffatti: giocattoli, casalinghi, accessori per pc e tute sportive. Inoltre, aggiungono i militari diretti dal maresciallo Michele Membrino, comandante della stazione di Pomigliano, sono anche prodotti nocivi alla salute, privi di qualsiasi autorizzazione a essere smerciati in Europa. I negozi sono stati chiusi.

Sequestrati 13mila prodotti in vendita. Quattro i commercianti cinesi denunciati a piede libero per frode.
(Fonte foto: Rete Internet)