Home Territorio Somma Vesuviana, si rinnova la secolare processione del Bambino Gesù

Somma Vesuviana, si rinnova la secolare processione del Bambino Gesù

CONDIVIDI

Domani 1 gennaio 2020 la tradizionale processione del Bambino Gesù saluterà, come di consuetudine, il nuovo anno.

Quest’anno, per l’ultima volta, la sede della partenza sarà la chiesa parrocchiale di San Giorgio Martire in piazza Vittorio Emanuele III, gestita dal parroco Rev. Mons. Alfonso Pisciotta. Dal prossimo anno la secolare processione partirà nuovamente dalla monumentale Chiesa di San Domenico, come ha deciso il nuovo Rettore Sac. Don Nicola de Sena. Nello statuto della Confraternita del SS. Rosario del 1777, conservato nel Fondo Cappellano Maggiore dell’Archivio di Stato di Napoli, si attesta al cap. V che era usanza del pio sodalizio eleggere il Priore del Bambino Gesù, che aveva l’ufficio di far festa in ogni principio d’anno a Gesù Bambino. Una consuetudine, quindi, scolpita già da secoli nella storia religiosa del nostro paese. La processione, oggi, è coordinata, dopo l’estinzione del pio sodalizio, da una associazione laicale. Il desiderio, però, del nuovo Rettore di San Domenico Sac. De Sena è ricostituire l’antica confraternita e completare finalmente, d’accordo con l’Amministrazione cittadina, la ristrutturazione dell’ oratorio posto sotto il campanile di San Domenico.  La processione  girerà per le principali strade della città, subito dopo la solenne messa delle ore 10:00. Un’usanza, ormai, con cui tradizionalmente la popolazione brinda al nuovo anno. Il Bambinello, castano e ricciuto con le guance rosse e il vestitino di seta, collocato su una montagna di orchidee colorate, segnerà con le sue dita la benedizione sul popolo tra musiche e suoni di zampogne per, poi, concludere il corteo in piazza Vittorio Emanuele III con il consueto sparo di botti in suo onore.