CONDIVIDI

Il covid ferma  per il secondo anno consecutivo la storica processione del Venerdì Santo. Anche quest’anno però ci sarà la processione virtuale, promossa ed organizzata dall’associazione  “Antonio Seraponte”. Abbiamo chiesto i dettagli della manifestazione  a Ciro Seraponte, vera anima dell’associazione che porta il nome del compianto maestro Antonio Seraponte

“Nessuno si sarebbe aspettato che, a distanza di un anno e più dall’inizio pandemia, la Madonna e il Cristo Morto non avrebbero fatto il giro delle strade della nostra Città, preceduti dalla marea di Confratelli e seguiti dall’immensa folla di fedeli attenti, composti e in religiosa preghiera.

Eppure, purtroppo, sarà così e le preghiere dovremo recitarle da casa nostra. magari in modo più convinto e incisivo, per fare in modo che, con la Resurrezione di Gesù, ci sia anche la Rinascita della nostra vita, che ci consenta il ritorno alla normalità, sia negli ambiti lavorativi che nella coltivazione dei nostri sogni e delle nostre passioni!

Anche quest’anno- spiega Ciro Seraponte-  l’Associazione Culturale Musicale “Antonio Seraponte” APS si sta prodigando per stare vicino ai fedeli, ai cittadini e alle Istituzioni.

I Ragazzi della Banda Musicale da giorni si stanno preparando per essere pronti, ognuno dalla propria postazione di casa, per suonare le note della Marcia Funebre “Dolores” di Giovanni Orsomando, sotto la Direzione Artistica del M° Mauro Seraponte, Cittadino Onorario di Somma Vesuviana.

Quest’anno la Processione “virtuale” sarà più ricca perchè abbiamo il consenso dell’intera Comunità Parrocchiale e delle Istituzioni locali e non.

Infatti ci sarà la partecipazione a distanza dei cinque Parroci di Somma Vesuviana, del Sindaco Salvatore Di Sarno, del Presidente del Consiglio Comunale Giuseppe Sommese, del Presidente dell’Ente Parco Nazionale del Vesuvio Agostino Casillo, dei Consiglieri Regionali On. Carmine Mocerino e On. Paola Raia e del Deputato On. Gianfranco Di Sarno.

Inoltre “Dolores” sarà suonata per intera ed andrà anche in filodiffusione dalle sedi istituzionali e dalla Chiesa Collegiata.

Quindi- conclude Ciro Seraponte-  non ci resta che prepararci spiritualmente e partecipare all’evento storico atteso da tutti, collegandoci sulla pagina facebook dell’Associazione Culturale Musicale “Antonio Seraponte”, a partire dalle ore 19,30 del 2 Aprile 2021.

Un grazie di cuore ai Ragazzi della Banda Musicale per lo spirito di sacrificio e di abnegazione”.

(fonte foto: rete internet)