Somma Vesuviana, covid: quinto decesso della seconda ondata

0
115

Riceviamo e pubblichiamo dall’ufficio stampa del Comune di Somma Vesuviana.

Di Sarno (sindaco di Somma): “Confermiamo la notizia del nono decesso. Si tratta di una persona di anni 59. Siamo dinanzi al quinto decesso della fase nuova. Continueremo ad informare correttamente ed in piena trasparenza la città. Ringrazio i volontari della Misericordia perché sono riusciti a salvare vite umane e la stampa, tv e giornali perché grazie a loro stiamo evidenziando quei valori che sono tipici della nostra gente”.

Ricordiamo sempre che solo per i cittadini sommesi positivi al Covid è attivo il servizio di assistenza sanitaria a domicilio, attivato solo dal Comune di Somma Vesuviana con ambulanza, medico ed infermieri. Si può chiamare gratuitamente al numero verde: 800 – 261.487.

Attenzione! Il servizio è solo per chiamate dal territorio di Somma Vesuviana, dalle ore 12 alle ore 24, tutti i giorni e solo per emergenze COVID.

“Confermiamo che c’è stato il nono decesso a Somma Vesuviana. Non abbiamo mai fatto nomi e soprattutto rivelato le generalità. La persona scomparsa è di anni 59 e non di anni 51 come erroneamente avevo dichiarato ieri. Siamo alla quinta persona deceduta nella nuova fase, la nona dall’inizio della pandemia e mai abbiamo dimenticato quanti hanno perso la vita nel primo periodo.  Chiedo a tutti i cittadini di non rincorrere o fare  nomi sui social. Come sempre fatto dall’inizio della pandemia abbiamo preferito informare ed in modo corretto la comunità perché penso che sia giusto che i cittadini sappiano tutto. Continuerò ad informarvi in modo trasparente e corretto come sempre è stato fatto. Apprezzo l’attenzione che la stampa sta avendo per descrivere le buone azioni messe in campo da questa Amministrazione e che non sono finalizzate all’apparire ma all’essere, dunque ai contenuti”. Lo ha annunciato, in questi minuti, Salvatore Di Sarno, sindaco di Somma Vesuviana nel napoletano.

Ieri sanificazione in tutta la città. Intanto i volontari della Misericordia sono riusciti ad intervenire su numerosi codici rossi.

“Sono contento che stia funzionando davvero bene il Servizio di ambulanza che abbiamo istituito solo a Somma Vesuviana. A me interessava stare vicino alla gente che si sente abbandonata. Vorrei spendere una parola per i volontari della Misericordia i quali stanno curando il servizio. Li ho visti affranti dinanzi alle notizie spiacevoli – ha proseguito Di Sarno –   ma sempre pieni di coraggio e forza, pronti costantemente anche ad una carezza di conforto per i familiari di quelle persone malate di Covid che si sono sentite davvero abbandonate. Sono volontari della Misericordia e per 12 ore, dalle ore 12 alle ore 24, in modo davvero instancabile rispondono per dare assistenza umana e sanitaria. Un’assistenza che non va a sostituire i medici di base o il 118. Il team sanitario messo in campo da questa Amministrazione è formato da un medico a rotazione, infermieri e autista ed è riservato solo ed esclusivamente ai malati Covid di Somma Vesuviana. Abbiamo allestito una mini – sala operativa, squilla il telefono, il medico o il coordinatore rispondono e verificano l’eventuale necessità di assistenza a domicilio. In caso di necessità, il medico accompagnato dall’ambulanza si reca a casa del malato e valuta anche il possibile ricovero in ospedale. Grazie a questo servizio siamo riusciti, con l’operato anche dei volontari, a sostenere, a ricoverare e salvare persone che erano in codice rosso. L’esempio concreto di una persona anziana che era malata di Covid. Giunti sul posto, medico e soccorritori hanno verificato che i parametri vitali di questa persona non rispondevano ed allora hanno provveduto a ricoverarla in ospedale dove è stato riscontrato anche un ictus. Io dico grazie a questi volontari della Misericordia perché hanno salvato e continuano a salvare ogni giorno vite umane. Ringrazio la stampa tutta per aver dato visibilità a quanto stiamo facendo sul fronte Covid ed anche sui progetti che comunque questa Amministrazione sta portando avanti con costanza e continuità nonostante un’emergenza epidemiologica senza precedenti. Non si tratta di voler essere a tutti i costi in tv o sui giornali ma semplicemente di voler raccontare, narrare, informare e farlo quotidianamente nell’interesse dei cittadini e lo stiamo facendo bene. Se le tv ed i giornali ci chiamano ne siamo felici ed ampiamente disponibili. Un’attività, quella nostra, che ha attirato su Somma Vesuviana anche l’attenzione positiva della stampa estera, in particolare tedesca e danese, rimasta impressionata da quanto stiamo facendo nonostante il Covid ed il tutto è frutto di un’ottima attività di comunicazione che sta riuscendo a valorizzare il territorio, le eccellenze e le qualità evidenziando il positivo anche in questo dramma economico e sociale che stiamo vivendo tutti insieme. Abbiamo iniziato con la valorizzazione culturale del paese, abbiamo continuato con una valorizzazione anche sociale del paese e continueremo a farlo”.