Somma, parte il piano di contrasto alla dispersione idrica

0
1151

Contrasto netto alla dispersione idrica!

Salvatore Di Sarno (sindaco di Somma Vesuviana) : “In Italia c’è una dispersione d’acqua del 42% lungo la rete idrica nazionale. Inoltre, anche sul nostro territorio abbiamo frazioni senza fogne. Questo non è più tollerabile. Oggi ho partecipato all’inaugurazione del cantiere per la realizzazione del nuovo sistema idrico che riguarderà anche Somma Vesuviana. I sindaci fanno rete a tutela del patrimonio ambientale, sulla mitigazione del rischio idrogeologico e a garanzia della risorsa acqua!”.

Nel link intervista e immagini https://we.tl/t-Nu3iYn2BrL

 

“Lotta alla dispersione idrica e realizzazione di fogne che sono mancanti in alcune frazioni del nostro paese. Questa mattina, con altri sindaci, abbiamo inaugurato il cantiere a Marigliano e a breve i lavori per la realizzazione delle nuove condutture idriche proseguiranno anche sul nostro territorio. E’ una notizia importante perché da una parte combattiamo lo spreco di acqua e dall’altra mitighiamo il rischio idrogeologico. L’auspicio, adesso è di arrivare anche alla realizzazione di fogne in quelle frazioni o quartieri dove sono mancanti”. Lo ha affermato Salvatore Di Sarno, sindaco di Somma Vesuviana, nel napoletano.

Il primo cittadino è stato eletto all’unanimità nel Comitato Esecutivo dell’Ente Idrico Campano, presieduto da Luca Mascolo.

“Oggi ho partecipato all’inaugurazione dei lavori per la realizzazione del nuovo sistema di condutture idriche che riguarderà anche Somma Vesuviana e tutto il territorio circostante, compresi i comuni limitrofi. Ad oggi, in Italia, perdiamo oltre un terzo dell’acqua immessa nella rete di distribuzione. Il tasso, in termini di percentuale, di perdita d’acqua lungo la rete italiana è del 42%. Uno spreco non ammissibile – ha concluso Di Sarno –  non tollerabile, dovuto spesso a infrastrutture inadeguate. Per questo oggi è stato inaugurato il cantiere di avvio dei lavori a Marigliano ma che proseguiranno anche sul territorio di Somma Vesuviana e dei paesi confinanti. I sindaci fanno rete per tutelare il patrimonio ambientale, rendere il territorio più sicuro e garantire così la risorsa acqua”.