CONDIVIDI

Riceviamo e pubblichiamo dall’UICI di Sant’Anastasia

“Uici Sant’Anastasia e paesi Vesuviani, impossibilitati dal farci gli auguri di persona, quest’anno abbiamo pensato di scambiarceli virtualmente; una modalità senz’altro diversa rispetto agli scorsi anni, ma indubbiamente non meno pregna d’affetto. Anzi, in periodi difficili come questo, vi è ancor più la necessità di augurare all’altro serenità, specialmente a chi versa in una condizione di disabilità.

É a loro, più che ad ogni altro, che va rivolta l’attenzione. Se per voi la pandemia è stata difficile, provate ad indossare i panni di un non vedente, di un sordo, di un autistico e di qualsiasi diversamente abile. Riuscite ad immaginare come possano viverla loro per i quali già la realtà è ancora troppo intrisa di ostacoli e limiti? Ed è anche su questo che ci siamo concentrati durante il nostro incontro virtuale tenutosi ieri 23 dicembre: continuare a lavorare per far sì che nessuno si senta più “ultimo”, dimenticato. Durante la riunione, fortemente voluta da Giuseppe Fornaro (Consigliere nazionale UICI), sono intervenute diverse personalità di spicco di cui facciamo brevemente menzione al fine di ringraziarli sentitamente per la partecipazione: la Dott.ssa Veria Giordano (Assessore del comune di Sant’Anastasia) che ha confermato l’impegno dell’amministrazione a sostenere le attività dell’associazione UICI, da sempre attiva sul territorio vesuviano; il senatore Francesco Urraro che ha sottolineato l’importanza di saper gestire bene – e soprattutto a favore delle fasce più deboli – l’imminente arrivo dei fondi europei; Mario Mirabile (Presidente UICI Napoli) che ha ribadito il rilevante ruolo dell’Associazione UICI che da oltre 100 anni è a fianco dei non vedenti ed è pronta a collaborare con tutte le realtà per migliorarne la qualità della vita; Giuseppe Ambrosino (Consigliere UICI della Campania) che ha chiesto un supporto al senatore Urraro affinché ci sia sempre più sinergia tra gli esponenti politici e l’Associazione UICI; Vincenzo Massa (componente della Direzione nazionale UICI) il quale ha portato i saluti della direzione e confermato l’impegno della stessa a lavorare sempre a favore dei soci per realizzare la massima integrazione; il Prof. Alessandro Pepino (docente di Bioingegneria Elettronica ed Informatica, nonché delegato del Rettore alla disabilità) che ha denunciato la poca sensibilità da parte della pubblica amministrazione nei confronti dei disabili per quanto riguarda l’inserimento lavorativo; la poetessa Anna Rosa Lauro, in arte‘a bella Mbriana, la quale – insieme ad altri volontari – cura il progetto “Caffè letterario Vesuvio” che sta riscontrando un forte apprezzamento sul web; Raffaele Di Vaio (administrator – soluzioni 104 ausili per disabili visivi) che ha confermato il suo impegno di collaborazione e supporto ai disabili per quanto riguarda le nuove tecnologie e gli ausili; Antonio Maione (Presidente dell’Associazione ADAC); i soci dell’Associazione Uici, i consiglieri UICI Napoli  tra cui Mimmo Vitucci, Sandra Minichini, Giovanni Credentino, e tutti i volontari, vera anima dell’associazione.
Un incontro quindi colmo di contenuti, di aspettative, di speranze che ci auguriamo possa davvero fortificare le basi di collaborazione tra tutte queste diverse personalità affinché la vicinanza alle persone affette da disabilità sia sempre più tangibile e produttiva.
L’augurio più bello che ci si possa fare è che le nostre parole ed i nostri buoni propositi diventino presto concreti atti d’Amore verso soprattutto i più deboli. Grazie di cuore a tutti i partecipanti.”