Home Comunicati Stampa Sant’Anastasia, comunali: lettera da una concittadina “arrabbiata”

Sant’Anastasia, comunali: lettera da una concittadina “arrabbiata”

CONDIVIDI

Riceviamo e pubblichiamo da Annunziata Piccolo, candidata a sostegno del dott. Carmine Esposito.

A chi guarda la politica con cinismo, a chi ci ha creduto troppe volte ed ha ricevuto soltanto delusioni, a chi non ci ha mai creduto e continua a farlo, a chi per sicurezza si tiene a debita distanza, a chi la vede come un sistema di affari loschi, un mondo di incomprensibili paroloni, a chi non crede ad una sola promessa, a chi con un disincantato sorriso pensa “non cambierà mai nulla, in tempo di elezioni sono tutti bravi a parlare, a promettere anche l’aria fritta”, a chi rivendica la presenza dei giovani in politica e della gioventù per strada, a chi si aspetta nuove idee, ma allo stesso tempo vuole la maturità di un adulto con esperienza pregressa, vorrei dire delle semplici parole:

Io faccio parte di quella grossa fetta di cittadinanza Anastasiana che è ARRABBIATA, che non ne può più di andare a votare per le comunali un anno sì e pure quello successivo, mentre il paese cade nell’oblio, nella decadenza e nel malcontento generale.
Io sono arrabbiata verso questo mondo che non mi appartiene, sono arrabbiata verso l’inettitudine e il disinteresse totale soprattutto dei miei coetanei, che non leggono nemmeno il programma che stila ogni candidato al ruolo di sindaco ma che chiedono ai genitori un attimo prima di andare al seggio, con aria scocciata,  “A CHI DEVO VOTARE?”

Non si accettano più comportamenti simili, non possiamo più continuare a navigare nello sfacelo.

Noi giovani non possiamo continuare a fare spallucce e girarci dall’altra parte.
È nostra responsabilità far sentire la nostra voce, ADESSO. Adesso siamo chiamati al voto, adesso dobbiamo far valere i nostri diritti e doveri, adesso è nelle nostre mani il futuro che NOI DECIDIAMO.

La libertà di pensiero è il bene più grande che abbiamo, ma ancor più grande è il LIBERO ARBITRIO: ogni persona ha la facoltà di scegliere gli scopi del proprio agire e pensare, tipicamente perseguiti tramite volontà, nel senso che la sua possibilità di scelta ha origine nella persona stessa e non in forze esterne.

Il mio appello è: non fate prendere in giro la vostra intelligenza, la vostra persona, il vostro onore. Ma, con occhio critico, ascoltate le parole di ogni singolo candidato e fate le vostre valutazioni, servendovi solo del vostro cervello. Ma, soprattutto, vi esorto a DENUNCIARE la compravendita dei voti. Il potere che viene dato al cittadino il giorno delle elezioni è INESTIMABILE.

Quest’ anno io sono candidata per la prima volta e, schiettamente, non mi interessa prendere tanti voti, non mi importa fare una “figuraccia” in questa instancabile corsa ai voti.
A me importa che con queste poche righe io riesca ad entrare nella vostra testa, ormai satura di parole, parole, parole….

Quando la scorsa Domenica, durante la presentazione della lista arcobaleno, dove io sono candidata a sostegno del Dott. Esposito, ho detto davanti a tutti di essere arrabbiata nei confronti della politica, ho sentito tanti “ANCH’IO!”.
Ecco, io mi auguro che anche i giorni 20 e 21 Settembre sarete arrabbiati e con quella matita facciate una scelta razionale e libera.

La campagna elettorale sta per volgersi al termine, manca davvero poco.
In questi pochi giorni che rimangono, vi esorto a riflettere sulle mie parole.

BUON VOTO A TUTTI.