CONDIVIDI

I Carabinieri della Stazione di San Giuseppe Vesuviano, insieme al personale dell’ASL NA 3 SUD, nell’ambito di un servizio finalizzato alla repressione del lavoro nero e alla tutela ambientale, hanno denunciato all’Autorità Giudiziaria un cittadino 32enne di nazionalità cinese, titolare di un opificio situato sulla via Zabatta.

Nel corso del controllo effettuato presso l’azienda, i militari hanno riscontrato la presenza di un lavoratore irregolare, nonché diverse violazioni di natura penale in materia di sicurezza sui luoghi di lavori. Macchinari e materiali di produzione erano utilizzati in maniera impropria, senza la necessaria osservanza delle prescrizioni di sicurezza. Anche le vie di fuga e i dispositivi di emergenza sono risultati assenti o inadeguati rispetto all’attuale normativa posta a tutela dei lavoratori.

A carico dell’imprenditore sono state elevate sanzioni pecuniarie per un importo complessivo di 50.000 €. L’intera area produttiva, estesa per circa 400 metri quadrati, è stata sottoposta a sequestro.