CONDIVIDI

Riceviamo e pubblichiamo un comunicato stampa  da CUB Sanità Campana

 

CUB SANITA’ Campania: Situazione difficile nelle RSA campane per l’emergenza covid-19. Chiediamo urgentemente di sottoporre tutto il personale assistenziale a tampone e controllo sierologico. Bisogna dotare tutti gli ospiti delle RSA di materiale protettivo idoneo

 

Le federazioni della C.U.B. Sanità della Campania hanno presentato uno sposto denuncia per segnalarvi quanto accade nelle Residenze Sanitarie per Anziani in questi giorni di emergenza sanitaria a causa del virus Covid-19 in tutta la regione Campania.

Il fatto che le RSA accolgono come ospiti la maggioranza della popolazione anziana non autosufficiente e parzialmente autosufficiente, dall’inizio dell’emergenza assistiamo a un crescente numero di contagi tra gli operatori e in misura maggiore tra gli ospiti anziani presenti oltre a numerosi decessi, non è più giustificabile in nessun modo.

In queste ultime ore riceviamo numerose segnalazioni dei lavoratori del settore ( medici, infermieri, operatori socio-sanitari) che ci riferiscono di  una situazione che a breve potrebbe diventare drammatica in termini di decessi della popolazione anziana in quanto maggiormente esposta a rischi a causa di co-morbilità presenti e per numero di anni.

In molte RSA si attuano ormai solo piani di lavoro “emergenziali” che prevedono la presenza di pochi operatori socio-sanitari e di infermieri in turno. Anche qui, in molti casi, il personale addetto all’assistenza socio-sanitaria, ormai ridotto all’osso nelle RSA viene sostituito da altre e diverse figure professionali (animatori, fisioterapisti, amministrativi, etc)  senza avere le dovute competenze professionali e formative.

La situazione sarà a breve “drammatica” perché in molte RSA mancano ancora i dpi (mascherine, occhialini paraocchi, etc) oppure, in alcuni casi, vi sono direzioni sanitarie che ordinano la preparazione di dpi “fai da te” alquanto pericolosi per la salute e sicurezza degli operatori e degli ospiti anziani presenti.

Come CUB Sanità abbiamo denunciato che la situazione è diventata gravissima. Bisogna procedere urgentemente a sottoporre tutto il personale assistenziale a tampone e controllo sierologico. Bisogna distribuire a tutti gli ospiti delle RSA di materiale protettivo idoneo prima che sia ancora più tardi.