CONDIVIDI

Con un atto di indirizzo rivolto ai Comuni della Campania, la giunta regionale ha invitato gli amministratori a non introdurre limitazioni agli orari di apertura degli esercizi commerciali di vendita al dettaglio di alimenti e di altri beni di prima necessità.

Il documento si configura anche come una tiratina d’orecchi nei confronti di quanti, nei giorni scorsi, nel tentativo di rispondere alle pressanti istanze dei cittadini si erano mossi per prendere iniziative prettamente locali, adottando misure singole che hanno contribuito a generare confusione. Inoltre, con il nuovo documento firmato dal governatore Vincenzo De Luca si revocano, laddove fossero stati introdotti, i vincoli e i limiti agli orari di apertura dei supermercati, al fine di garantire ai cittadini l’accesso costante ai servizi essenziali offerti dalla grande distribuzione ed evitare, così facendo, assembramenti e file nel fare la spesa.

Nell’avviso è anche riportato che in virtù della drastica limitazione degli spostamenti, disposta al fine di contenere il contagio nella gravissima fase dell’emergenza attualmente in atto, e della conseguente riduzione della rete di distribuzione al dettaglio fruibile dai singoli utenti, si rende necessario “assicurare la continuità dei servizi nei singoli comuni, soprattutto con riferimento ai centri di piccole dimensioni ove è meno diffusa la rete distributiva, a vantaggio dei cittadini nei singoli territori comunali ed al fine, altresì, di evitare gli assembramenti che conseguirebbero alla contrazione degli orari di apertura dei singoli esercizi”.

Sconfessate, dunque, le ordinanze emanate nelle ultime ore da alcuni amministratori, i quali nell’attesa del nuovo decreto presidenziale avevano tentato la carta dell’autogestione, attitudine prontamente respinta dal governo regionale che in questo modo ha inteso non dare adito a interpretazioni e relative confusioni, il tutto in un momento estremamente delicato per l’emergenza Coronavirus: è atteso nei prossimi giorni, infatti, il picco del contagio al sud.