CONDIVIDI

 

Riceviamo e pubblichiamo

MARIGLIANO – A sostegno del progetto anche Unpli, Coordinamento distretti turistici della Campania, Agenzia area nolana ed Ordine dei tecnologi alimentari di Campania e Lazio.

 Il sindaco Peppe Jossa: “Abbiamo messo in rete il meglio del  territorio: dalle basiliche Paleocristiane di Cimitile, ai santuari di Liveri, Visciano, Marigliano e Massa di Somma”.

 

Rafforzare il concetto di un’identità comune fondata sulla condivisione di valori e vocazioni culturali, sociali, produttive ed economiche che affondano le radici non solo nella contiguità territoriale ma anche, e soprattutto, sul modus vivendi di una comunità che grazie al culto, alle tradizioni, al sentimento popolare ed alla cura dei luoghi ha custodito un patrimonio esclusivo,  materiale ed immateriale,  che opportunamente valorizzato può diventare offerta turistica e culturale in grado di attrarre quel  pubblico nazionale ed internazionale che  giunge in Campania per visitare i grandi attrattori turistici ma che può essere sollecitato a fare tappa anche verso mete che sono culla di risorse di nicchia e per questo ancor più suggestive.

Questa la vision di “Nolano – Vesuviano:  itinerari di fede e di gusto”un progetto che è partito da Marigliano e che ha portato alla creazione di un network territoriale che vede insieme Cimitile, Liveri, Visciano e Massa di Somma.

Cinque comuni, con Marigliano capofila, che hanno stretto un’alleanza sui valori e sulle eccellenze per trasformare in sviluppo e crescita i propri punti di forza candidandosi ad ottenere le risorse del Poc Campania 2014 – 2020.

“Il santuario della Madonna della Speranza, le Basiliche Paleocristiane, il santuario di Santa Maria a Parete, quello di Maria Santissima Consolatrice del Carpinello e di Santa Maria Assunta: elementi preziosi uniti in un itinerario di fede che punta a mettere a fattor comune la vocazione religiosa, le tradizioni agricole e culturali puntando – ha spiegato il sindaco di Marigliano Peppe Jossa – sulla valorizzazione delle radici territoriali attraverso la costruzione di eventi ed iniziative che utilizzano anche  le opportunità della nuova tecnologia applicata alla comunicazione per esaltare e promuovere il territorio”.

A collaborare con i Comuni ed a sostenere una  proposta progettuale condivisa da tutti gli amministratori comunali e coordinata dall’assessore alla pianificazione territoriale Anna Terracciano, anche l’Agenzia di sviluppo dei Comuni dell’Area Nolana, il comitato provinciale di Napoli dell’unione nazionale Pro – Loco d’Italia, il coordinamento dei distretti turistici della Campania,  l’ordine dei tecnologi alimentari di Campania e Lazio. Una collaborazione sancita attraverso la sottoscrizione di specifici protocolli d’intesa.