Ottaviano, inaugurazione della biblioteca comunale

0
282

Si terrà giovedì 5 maggio, alle ore 17, l’inaugurazione della biblioteca comunale di Ottaviano, con sede in via Lucci, intitolata a Francesco D’Ascoli.

Si tratta di una struttura ampia ed accogliente, con uno spazio dedicato alla lettura per bambini e un’area per le persone con disabilità, ciechi e ipovedenti.

Alla cerimonia di inaugurazione parteciperanno il sindaco Luca Capasso e la consigliera delegata alla cultura Rosa D’Ambrosio, previsti inoltre gli interventi del professor Carmine Cimmino, del presidente della Cooperativa sociale ECO Onlus Domenico Toppi, della coordinatrice del progetto Maria Amato, del consigliere nazionale dell’Unione italiana ciechi Giuseppe Fornaro.

Presenti anche le studentesse e gli studenti dell’Isis “De’ Medici”, che accompagneranno il servizio di buffet.

«Dopo le difficoltà dovute alla pandemia, riusciamo a mettere a disposizione della comunità la biblioteca comunale: apre a Ottaviano uno spazio di cultura e condivisione, destinato a diventare un punto di riferimento per i cittadini ed in particolar modo per i giovani», commentano Luca Capasso e Rosa D’Ambrosio.

I libri. Francesco D’Ascoli, filologo, studioso di storia e di letteratura, docente, ha svolto un ruolo importante nella storia di Ottaviano nella seconda metà del sec.XX  e ha lasciato un segno di notevole rilievo nella cultura napoletana. Lo dimostrano i titoli dei suoi scritti.  Ci limitiamo a citare il “Dizionario Italiano-Napoletano” (1972), il “Dizionario Etimologico Napoletano” ( 1979), il “Nuovo Vocabolario Dialettale Napoletano” (1993),  i due volumi della “Letteratura dialettale napoletana” (1996), il “Rimario della poesia napoletana” (2001), il “Dizionario  dei sinonimi e dei contrari” (2002),  i due volumi di “I sindaci di Napoli dal 1860 al 1963” scritti nel 1974 con Michele D’Avino,  “La Filosofia Popolare Napoletana” (1999). La manifestazione di giovedì intitola la Biblioteca e nello stesso tempo la apre al pubblico.