Omicidio professore, spunta il movente economico: bidello non confessa

0
980

Continuano le indagini sulla morte del professore ucciso nella scuola di Melito, Marcello Toscano. 

Dopo una prima breve ricostruzione dei movimenti dell’uomo, è stato subito intercettato uno dei collaboratori scolastici della scuola, Giuseppe Porcelli, ora indagato per omicidio volontario. Secondo gli inquirenti sarebbero emersi nuovi indizi dopo il fermo del Porcelli avvenuto ieri mattina. Le ipotesi riguardo il movente del delitto adesso si concentrano su questioni economiche.

L’uomo, già attualmente in custodia al carcere di Poggioreale dopo essere stato sottoposto a misura cautelare, avrebbe quindi ucciso il professore per motivi legati al denaro, anche se non è ancora chiara l’accusa formulata ai suoi danni.

Porcelli non ha però confessato il delitto, in più dalle immagini delle telecamere di sicurezza non sono emersi dettagli importanti, pertanto continuano le indagine sulla morte di Marcello Toscano e sul rapporto interpersonale con il suo presunto assassino.