CONDIVIDI
Liste Whatsapp
Liste dei cittadini in isolamento fiduciario circolano su gruppi Whatsapp. La denuncia del sindaco.

«Un episodio increscioso!»: è così che il sindaco di Nola, Gaetano Minieri, descrive la situazione in cui numerosi cittadini sono costretti a vivere. Dati violati, zero privacy, il tutto a causa di ignoti che hanno messo in circolazione su alcuni gruppi Whatsapp intere liste con nomi, cognomi, numeri di telefono e indirizzi di residenza delle persone che attualmente si trovano in isolamento fiduciario. «Che degrado culturale!» commenta Cinzia Trinchese, già vicesindaco di Nola. Imminente la denuncia contro ignoti da parte del primo cittadino.

A Nola scoppia la polemica in seguito al manifestarsi di un problema non di poco conto che sta facendo molto parlare di sé. Protagonista una fantomatica lista corredata di nomi, cognomi, numeri di telefono e indirizzi di residenza di tutti i cittadini che nel comune sono attualmente costretti a vivere in isolamento fiduciario a causa del virus che dilaga. «Un episodio increscioso» – commenta il sindaco Gaetano Minieri – che non può avere giustificazioni, ma certamente dei colpevoli.

Forti le parole di Cinzia Trinchese, già vicesindaco di Nola e precedentemente assessore alla cultura e alla pubblica istruzione: «Quello che è accaduto è veramente disdicevole. Eppure quei dati vengono trasmessi esclusivamente agli uffici competenti per le dovute procedure. Chi ha avuto il barbaro coraggio di metterli in giro? Chi? E quali sono i provvedimenti presi? Viviamo il tempo del Covid, una influenza che spaventa, ma quello che più terrorizza sono quelli che vivono questo tempo solo per fare pettegolezzi, parlare a vanvera e alimentare il proprio ego, nutrendolo solo di cattiveria. Che degrado culturale!».

Non tarda ad arrivare l’intervento del primo cittadino che, ancora in isolamento poiché positivo al Covid-19, insieme ai consiglieri comunali e all’amministrazione non ha mai smesso di lavorare per la propria comunità. Avviata una denuncia contro ignoti da parte del sindaco Gaetano Minieri, che così commenta: «Questo è veramente un fatto grave e poco rispettoso della privacy degli altri concittadini. Per questo motivo io stamattina alle 8:00 ho depositato ai carabinieri una denuncia contro ignoti per coloro che hanno divulgato queste notizie che non potevano essere assolutamente pubblicate».