CONDIVIDI

 

 

Pozzuoli – I 20mila euro trovati nel corso di una perquisizione bastano da soli a far comprendere il volume d’affari del giro di spaccio messo in piedi da una famiglia puteolana.

In queste ore a Pozzuoli, i Carabinieri della Compagnia di Pozzuoli hanno dato esecuzione ad un’ordinanza cautelare, emessa dal GIP del Tribunale di Napoli su richiesta della locale Procura della Repubblica a carico di 4 indagati (padre, madre e due figli maggiorenni) ritenuti gravemente indiziati, a vario titolo, in maniera continuata e in concorso tra loro, di detenzione e spaccio di sostanze stupefacenti del tipo hashish, marijuana, cocaina e crack.

Per due indagati è stata applicata la misura carceraria, mentre per altri due è stata disposta la misura degli arresti domiciliari. L’attività investigativa, svolta dalla stazione di Monteruscello, ha consentito di:

–      individuare una continua attività di spaccio presso l’abitazione degli indagati;

–      riscontrare plurime cessioni di stupefacenti nei confronti di numerosi acquirenti dell’area flegrea, segnalati in via amministrativa alla Prefettura di Napoli;

–      sequestrare la somma di € 20.700,00 ritenuta provento dell’illecita attività, nonché complessivi gr. 161,30 di sostanza stupefacente del tipo hashish, marijuana, cocaina e crack.
L’attività investigativa, condotta anche con l’ausilio di telecamere installate presso l’abitazione degli arrestati, iniziata nei primi mesi del 2021, si è conclusa nello scorso mese di maggio.