Home Attualità Marigliano, con premura e rigore si torna a scuola: tra oggi e...

Marigliano, con premura e rigore si torna a scuola: tra oggi e domani le riaperture

CONDIVIDI
Finalmente riparte la scuola in città: da oggi, dopo i mesi di chiusura degli istituti e di sospensione delle attività a causa dell’emergenza sanitaria, può ufficialmente riprendere la didattica in presenza, accantonando (si spera definitivamente) la distanza sociale, fisica e istituzionale.
Si ricomincia, sì, ma non dappertutto: a Faibano, per esempio, presso la primaria “Mons. N. Esposito”, con una circolare sono stati informati i genitori del fatto che il plesso aprirà solo domani, in virtù di un tempo maggiore richiesto per la sanificazione degli ambienti.

Quasi tutto pronto anche altrove: il Comune ha consegnato in tempo utile le scuole sanificate, come da accordi presi tra le istituzioni in sede di consigli d’istituto.

Nel frattempo arrivano i saluti dei dirigenti scolastici alle prese con l’inaugurazione effettiva del nuovo anno. Tania Iasevoli, nuovo dirigente del Primo Circolo Didattico “G. Siani” è stata la prima, ieri: “Tutti gli orari e gli accessi diversificati per ciascun plesso sono consultabili sula homepage del sito istituzionale. Buon anno scolastico a tutta la comunità”. Tuttavia anche la sua scuola riaprirà i battenti solo domani, venerdì 25 settembre, quando toccherà a tutte le classi e i plessi della scuola Primaria e ai soli bambini di tre anni e di nuovo inserimento della scuola dell’Infanzia del Plesso “Gigante” e “Settembrini”. Da lunedì 28 settembre, poi, entreranno regolarmente tutte le classi Primaria e sezioni dell’Infanzia.

Operativi anche presso il Liceo C. Colombo, da cui arrivano i saluti istituzionali del dirigente scolastico Nicoletta Albano, che scrive: “In occasione dell’inizio del nuovo anno scolastico, mi è gradito porgere ai docenti e al personale tutto della scuola, agli studenti e alle loro famiglie, i migliori auguri affinché il percorso culturale e formativo, a cui tutti insieme concorriamo, possa essere portato avanti con reciproco impegno e soddisfazione.
Dovremo convivere con regole di sicurezza da rispettare e con una maggiore attenzione agli aspetti sanitari, ma la scuola, insieme alle famiglie, ha il compito di istruire e formare cittadini consapevoli e critici, liberi di pensare, capaci di affrontare le sfide della vita, di dare un senso alle conoscenze, trasformandole in competenze.
Siamo pronti a riprendere quelle relazioni umane, su cui si fonda e si costruisce il percorso formativo dei nostri alunni, e a favorire un clima positivo e motivante anche in una situazione emergenziale come quella che stiamo vivendo.
Si riparte in sicurezza, grazie ad un grande lavoro di squadra, mettendo in campo gli strumenti e le competenze a nostra disposizione all’insegna di una ritrovata socialità, per non spezzare il filo delle relazioni e garantire continuità al prezioso ruolo educativo e formativo della scuola.
Auspico, pertanto, il contributo attivo e responsabile di tutti noi, per la creazione di ambienti di studio e di lavoro salubri, accoglienti e sereni, rispettosi delle regole e dei ruoli, con l’obiettivo di continuare a far crescere la nostra Comunità di apprendimento, aperta al confronto, al dialogo e ai bisogni educativi dei nostri studenti.
Un saluto al Dsga e a tutto il personale non docente, cui rivolgo un ringraziamento per la loro attività indispensabile di supporto e di collaborazione, offrendo le condizioni di un ambiente sicuro e favorevole allo studio.
A tutti voi, giunga l’augurio di una buona ripresa e di buon anno scolastico che, sono certa, porterà a ognuno di noi grandi soddisfazioni!”.

Scriveva Khalil Gibran che “l’istruzione non sparge semi dentro di noi, ma fa sì che i nostri semi germoglino”: e allora auguriamo a tutti un buon ritorno a scuola e auspichiamo una rinnovata primavera in questo autunno di grande responsabilità.