La mensa sostenibile proposta dall’azienda Ri.Ca torna per il secondo anno nelle scuole del territorio

0
599

Somma Vesuviana. Torna l’importante iniziativa a favore della salvaguardia dell’ambiente promossa dalla Ri.Ca, azienda di ristorazione collettiva che si occupa di ristorazione e catering in mense, aziende, bar, ospedali e scuole del territorio dei Paesi Vesuviani. Anche quest’anno, infatti, sarà fornito ai bambini, alle maestre e ai collaboratori scolastici della Scuola dell’Infanzia e agli alunni delle classi a tempo pieno un kit per il pranzo lavabile e riutilizzabile, eliminando così il consumo di stoviglie di plastica.

Un progetto all’insegna della tutela dell’ambiente e del tentativo di ridurre l’impatto sulla natura dell’eccesso dei rifiuti di plastica difficili da smaltire. Il continuo accumulo dei rifiuti in plastica nell’ambiente, in particolare nelle discariche e nei mari, sta minacciando l’equilibrio dell’intero pianeta. Una delle sfide ambientali più urgenti è la riduzione dei rifiuti plastici a livello globale. La ricerca e le aziende insieme devono farsi carico della questione e trovare soluzioni tecnologiche al problema. Un grande contributo possono darlo anche gli enti locali e dei singoli territori.

Questo è l’obiettivo dell’azienda Ri.Ca, che si impegna a rendere la mensa scolastica sostenibile ed ecologica, consegnando agli alunni, per il secondo anno consecutivo, questo coloratissimo kit di stoviglie riutilizzabili. Infatti, il coordinato è costituito da piatti, scodelle e bicchieri fatti di un materiale che sfrutta la tecnologia antibatterica Microban, mentre le posate sono in plastica resistente e lavabile.

In questo modo, utilizzando questo kit dai colori pastello, i bambini e le loro famiglie contribuiscono attivamente al rispetto dell’ambiente e del proprio territorio. Inoltre, grazie a questo progetto, i più piccoli cominciano, già dall’ambiente scolastico, a responsabilizzarsi, a comprendere l’importanza di questi piccoli e semplici gesti quotidiani a favore della salvaguardia del pianeta e vengono educati al contenimento degli sprechi.

LE FOTO