CONDIVIDI

Sull’onda della mobilitazione globale, oggi anche in Campania gli studenti manifestano per l’ambiente, chiedendo immediati interventi per fermare i cambiamenti climatici e l’inquinamento nella regione; dichiara Manuel Masucci, coordinatore regionale dell’Unione degli Studenti Campania: “Oggi ci prendiamo il futuro che inquinamento e cambiamenti climatici ci stanno rubando. Vogliamo l’immediata riconversione del sistema produttivo, e devono pagarla le multinazionali che si sono arricchite avvelenandoci!”

Il Corteo a Napoli partirà alle ore 9.00 da Piazza Garibaldi e percorrendo corso Umberto, ma gli studenti scenderanno in piazza anche in tutte le altre province campane: “Saremo in tutta la regione con nove cortei” continua Masucci “non ne possiamo più dell’interramento dei rifiuti, dei roghi tossici, dei tumori e delle devastazioni. Contro la Camorra, contro chi si vuole arricchire uccidendo questo terra e i suoi abitanti, vogliamo l’immediate bonifica di tutto il territorio, un cambiamento radicale nella gestione dei rifiuti ed investimenti per un trasporto pubblico che sia finalmente efficiente, ecosostenibile e gratuito”

“Non abbiamo bisogno del permesso di nessuno per scioperare” conclude il Sindacato Studentesco, rispondendo alle dichiarazioni del ministro dell’istruzione “se veramente Fioramonti vuole ascoltarci, metta in campo investimenti nella scuola e nella ricerca per le tecnologie ecosostenibili  e interrompa ogni rapporto del ministero con le aziende che inquinano, abolendo innanzitutto gli accordi sull’alternanza scuola lavoro. Oggi gli studenti di tutto il mondo si riprendono il futuro: cambiamo la scuola per cambiare il sistema!”