Da oggi al via il ritiro del Napoli a Castel di Sangro: c’è già il pienone in Abruzzo

0
20

Cresce l’attesa nell’Alto Sangro per l’avvio del ritiro pre campionato del Napoli che da oggi al 4 settembre lavorerà a Castel di Sangro, con le sedute tecniche e atletiche al campo “Teofilo Patini”, dove gli azzurri svolgeranno il primo allenamento nel pomeriggio. Sono due i test amichevoli già previsti: venerdì 28 agosto triangolare Napoli-L’Aquila-Castel di Sangro (ore 17.30) e venerdì 4 settembre Napoli-Teramo (ore 17). Il ritiro terminerà venerdì 4 settembre.

Già da ieri si registra una grande presenza di tifosi partenopei in zona, oltre ai turisti che stanno passando lì un periodo di vacanze. Nei vari centri del comprensorio trovare un posto libero è quasi impossibile. L’Amministrazione Comunale presieduta da Angelo Caruso sta predisponendo gli ultimi dettagli per l’arrivo della comitiva azzurra, agli ordini di mister Gattuso. Sarà pienone, come previsto già da giorni, e il primo cittadino non nasconde la soddisfazione, al netto di qualche imprevisto: “Luglio e agosto li abbiamo con il tutto esaurito. Conti alla mano, con questi due mesi recuperiamo quanto perso nei mesi scorsi. Oggi siamo al sold out, e basti pensare che ieri in paese abbiamo avuto un blackout per il troppo assorbimento di corrente”.

La società ha però anche dettato regole molto severe alle quali i sostenitori degli azzurri si dovranno rigorosamente attenere per non infrangere le disposizioni necessarie in tempi di Covid.
Per assistere agli allenamenti i tifosi dovranno preventivamente prenotarsi, registrando su un apposito sito i propri dati anagrafici. Sia agli allenamenti che alle due partite amichevoli potranno assistere al massimo mille spettatori in quanto, per garantire il distanziamento minimo di sicurezza interpersonale di almeno un metro, è stata ridotta drasticamente la capienza di ciascun settore dello stadio Patini di Castel di Sangro.

I varchi di accesso al pubblico saranno monitorati e controllati mediante sistemi di rilevazione numerica progressiva con personale di sicurezza, il quale vigilerà affinché non venga superata la capacità del massimo di affollamento di ogni area, facendo rispettare sia l’utilizzo della mascherina di protezione che la distanza interpersonale di almeno un metro al fine di evitare assembramenti. Inoltre, agli ingressi verrà misurata la temperatura corporea, tutti coloro che avranno una temperatura pari o superiore ai 37,5° non saranno ammessi all’interno dell’impianto.