Home Attualità ChiAMACaivano, prosegue il servizio gratuito del Comune di Caivano contro l’isolamento da...

ChiAMACaivano, prosegue il servizio gratuito del Comune di Caivano contro l’isolamento da COVID

CONDIVIDI

La linea amica, ascolto e sostegno psicologico contro l’isolamento da Coronavirus ha avuto un’ottima risposta.

Prosegue con successo il servizio gratuito di ascolto e sostegno psicologico, di assistenza e aiuto tempestivo denominato ChiAMACaivano.

Nato circa due mesi fa per far fronte agli effetti derivanti dall’emergenza sanitaria da Coronavirus, il servizio attivato dal Comune di Caivano e realizzato da Gesco attraverso la Centrale Operativa Sociale si rivolge a tutti gli abitanti del territorio caivanese, che fino ad oggi hanno mostrato di apprezzare molto l’iniziativa.

Articolato in una linea amica, in uno sportello di ascolto itinerante e nel servizio di teleassistenza, ChiAMACaivano si rivolge in particolare ai cittadini situazione di fragilità, come anziani soli, persone con disabilità, persone in isolamento per motivi sanitari ascritti all’emergenza pandemia.

Si può richiedere telefonando al numero verde 800 904835 dalle ore 8 alle 20: tutti i giorni operatori telefonici specializzati – tecnici dell’accoglienza sociale e dell’ascolto – accolgono la richiesta, rilevano i bisogni dell’utente, forniscono le opportune informazioni e fissano eventuali appuntamenti da vicino con uno degli psicologi del servizio.

ChiAMACaivano prevede anche uno sportello di ascolto itinerante attivo dal lunedì al venerdì dalle ore 9 alle 13 e il lunedì e il giovedì dalle 15 alle 17 presso la Biblioteca Comunale di Caivano o a domicilio, previa prenotazione al numero verde.

Il servizio si avvale di due psicologi esperti, che sono in grado di supportare l’utente a gestire e superare momenti critici e a sostenere situazioni emergenziali che lo vedono confuso e stressato a causa dell’emergenza Coronavirus.

Attraverso il numero verde è infine possibile richiedere la Teleassistenza per anziani soli, persone malate e persone con disabilità, che consente di attivare un primo soccorso urgente in caso di necessità.