CONDIVIDI

Riceviamo e pubblichiamo.

La Comunità di Brusciano e il mondo dei parrucchieri piangono la morte prematura di Francesco Giannino, detto “Giacchino”, avvenuta all’età di 54 anni, il 25 febbraio 2021. Il sociologo Antonio Castaldo lo ricorda l’amico quale “stimato parrucchiere ed apprezzato animatore della Comunità di Brusciano con la sua creatività”.

La Comunità di Brusciano e il mondo dei parrucchieri piangono la morte prematura di Francesco Giannino, detto “Giacchino”, avvenuta all’età di 54 anni, il 25 febbraio 2021. Il sociologo Antonio Castaldo, dell’Istituto Europeo di Scienze Umane e Sociali, Iesus, ricorda l’amico “Jiack” quale “stimato parrucchiere ed apprezzato animatore della Comunità di Brusciano con la sua creatività da cabarettista che metteva generosamente al servizio di tante manifestazioni, come per le sfilate dei carri allegorici della Festa dei Gigli di Brusciano. Indimenticabile figura di simpatico cittadino, di bravo ed onesto professionista e di buon padre di famiglia” ed esprime a nome personale, familiare e di tutta la Comunità di Brusciano, le condoglianze all’intera famiglia: alla moglie Concetta Allocca, ai figli Lorenzo, Sara e Matteo, alla sorella Elisa, ai fratelli Pasquale, Tonino, Lorenzo, Giuseppe, Felice, Giovanni e Salvatore; agli zii, cugini, nipoti e parenti tutti che, affranti, hanno dato il triste annuncio.

La famiglia Giannino – Allocca ringrazia per i numerosi gesti e messaggi di vicinanza e cordoglio ricevuti, fra cui quello del Sindaco di Brusciano, Avv. Giuseppe Montanile, il quale dalla sua pagina Facebook, nella serata del 25 febbraio, così esprimeva il suo estremo saluto di condoglianze: “Jiak, la notizia della tua dipartita ci ha sconvolto. Ancora più brutto e forte è il dolore per non esserti stato vicino a salutarti ancora in vita, ed abbracciare Sara e la tua cara, stimata ed amata famiglia. Con sentito cordoglio, ci abbracciamo al dolore della famiglia Giannino”

Questa stimata famiglia originata dalla solida unione tra il provetto ebanista, Mastro Luigi e la Signora Emilia Esposito, si è affermata nel mondo del lavoro e delle professioni e delle arti: della lavorazione del legno e dell’arredamento, continuata sull’esempio paterno da Giuseppe, e anche da Pasquale, impegnatosi poi anche come cantante; della musica, con il talentuoso Maestro sassofonista Tonino conosciutissimo nel mondo delle Feste dei Gigli in Campania; dell’imprenditoria alberghiera e della politica con Lorenzo Giannino da anni stabilitosi con successo in Toscana; ed a seguire tutti gli altri in differenti settori produttivi e dei servizi, sempre portando avanti il testimone dell’etica del lavoro e della responsabilità sociale in un’ottica di sviluppo e benessere comunitario.

La salma di “Giacchino” proveniente dall’Ospedale Cisanello di Pisa giungerà domani 27 febbraio 2021 alle ore 15,00 presso la Parrocchia di Santa Maria delle Grazie in Brusciano. Nel rispetto del protocollo governativo di sicurezza anti-contagio da Covid-19, l’ingresso in Chiesa è limitato ad un ristretto numero di partecipanti con mascherina.