CONDIVIDI

Preambolo. In Fisica la materia si presenta in 3 stati principali: solido, liquido e gassoso. Questi manifestano proprietà meccaniche diverse, e sono caratterizzati da forze diverse che tengono assieme le molecole che li compongono. La storia è più complicata di questa, ma ci limiteremo a questi 3 stati principali. Il Napoli passa da solido a gassoso.

Copertina_Bologna-NapoliLa partita. Il Napoli delle due gare precedenti aveva già messo in evidenza delle lacune (Genoa – Napoli (Lezione 43), sporadici cortocircuiti, Napoli – Milan (Lezione 44), falsi positivi e falsi negativi), che assumono connotati più chiari contro il Bologna. Il vantaggio di Manolas è solo un’illusione, perché il Napoli si spegne pian piano, giocando un secondo tempo senza nerbo, sfilacciato e senza coerenza di movimenti. Il Bologna pareggia, avrebbe potuto castigare gli avversari con un risultato più penalizzante, per il Napoli il punto è un punto guadagnato (come lo stesso Gattuso ha riportato alla fine della partita). Sono veramente poche le note positive, tra queste Lozano. Per il resto, nemmeno l’ingresso in campo dei titolarissimi fornisce al Napoli quella solidità che sembra aver perso nelle ultime uscite.

Conclusioni. Il Napoli perde la sua solidità, è superficiale e molle, ha la volubilità e l’inconsistenza di un gas, è sublimato. Non ha aiutato il forte turnover, non ha aiutato l’assenza di obiettivi, non hanno aiutato le condizioni al contorno. Il Napoli galleggia tra una squadra solida e una gassosa, tra prestazioni importanti e prestazioni deludenti come quelle delle ultime partite. Bisogna risvegliarsi e ritrovare il vecchio stato solido o trovarne uno alternativo, quello stato che riporti il Napoli ad essere spaziale. Nelle stelle la materia assume uno stato che viene chiamato plasma, costituito da un gas ionizzato (un mare di elettroni e ioni), è il quarto stato della materia.