#7 – Tanto semplice quanto in bilico

0
156

Dopo la grande impresa arriva la prova con le piccole, contro il povero Spezia, che subisce, ma si difende piazzando un muro davanti alla sua porta.

Assistiamo ad una partita tanto semplice quanto in bilico fino all’ultimo minuto. Tanto semplice perché non c’è proprio storia. Nulla a che vedere con la partita con il Liverpool, ma il Napoli non dispiace, attacca in massa, schiaccia gli avversari. Non manca qualche leggerezza, ma il Napoli terminerà la partita con un dominio nel possesso palla (63%) e tiri totali (28 vs 10). Kvara è uno spettacolo, quanti dribbling e tiri in porta, Lobotka dominerà nel gioco quando subentrerà nella ripresa, il Napoli tira tanto, ma trova sempre qualcuno sulla traiettoria della palla. Gli azzurri attaccano per molti tratti incessantemente, ma la partita resta sullo 0 – 0, nonostante intensifichi nel finale. Lozano spreca, ma si fa perdonare propiziando il gol della vittoria, arrivato solo al minuto 89. E in mezzo all’area si fa trovare uno che fino a quel momento non aveva fatto sorridere, Raspadori va in gol, primo gol con gli azzurri e gol che risolve una partita fin troppo in bilico.

Ma i ritmi sono serrati, e si ritorna a guardare in alto, tra un po’ si vola dai Rangers per la seconda partita del girone Champions. E il desiderio è di bissare la prestazione fatta con il Liverpool.