fbpx
venerdì, Dicembre 3, 2021

Volla. Scricchiola la maggioranza di Viscovo

I primi dissapori nella maggioranza che governa Volla dal giugno del 2016, fanno saltare il Consiglio Comunale del 22 dicembre 2016.

Tre i “dissidenti civici” (Aprea e Forte di “Risolleviamo Volla”, e Borrelli di “Volla cambia Verso”), che hanno fatto mancare il numero legale.

I tre hanno accompagnato la “protesta politica” con un documento, che “bacchetta” il Sindaco e la sua Giunta.

Nella missiva, letta in aula da Aprea, si parla di “ indebolimento dell’entusiasmo iniziale  e di scollamento tra l’esecutivo e una parte della maggioranza che sono il risultato di comportamenti che hanno influito sia sul buon andamento dell’Amministrazione, sia sui rapporti politici che oggi assumono un profilo che vede come elementi predominanti la mancanza di fiducia e  il sospetto … elementi come la collegialità, il confronto e la condivisione sono totalmente assenti nelle attuali dinamiche … la fase che attraversiamo vede sempre più affermarsi l’idea che un uomo solo al comando possa governare la città … questa idea allo stesso tempo sta rendendo l’Esecutivo e il Consiglio organi di ratifica di decisioni assunte al di fuori delle sedi istituzionali … il corretto rapporto tra i diversi organi dell’amministrazione presenta notevoli segni di cedimento. La Giunta, scelta dal Sindaco, ha il compito di agire nel rispetto degli indirizzi posti dal Consiglio … Sindaco e Consiglieri non hanno ricevuto una delega in bianco, ma hanno l’obbligo di rispettare il mandato che i cittadini gli hanno conferito attraverso il voto, un mandato che lega le scelte amministrative al programma che è stato presentato”.

Dal canto suo il Sindaco Viscovo manifesta “apparente serenità” e si difende con una frase molto significativa e inquietante: “ gli interessi della città di Volla vanno sempre prima degli interessi personali”, e, forse, sarebbe opportuno se il Sindaco spiegasse meglio ai Vollesi questa sua affermazione.

Alcuni prodromi del temporale probabilmente, erano nell’aria.

Il manifesto di Auguri alla cittadinanza di “Buone Feste lavorando ad un 2017 Migliore”, sul quale, a mo’ di pallina di Natale, troneggia il simbolo della lista civica “Cittadini X Volla – Viscovo Sindaco”, e sotto il nome di sette consiglieri (Donato, Russo, D’Amiano, Barone, Sarnataro, Di Marzo, Iannone), apparso sui tabelloni pubblicitari, sembra un po’ “monco”.

E gli altri tre? E le altre due Liste Civiche? Non sarà stato mica questo il problema della “crisi”?

Intanto, oggi 23 dicembre alle ore 12, c’e ‘ stata la seconda convocazione dello stesso Consiglio Comunale.

La notte appena trascorsa ha portato “consiglio”? Le questioni sono state risolte? I tre “civici dissidenti” manterranno il numero legale?

 

Egidio Pernahttp://www.pernaegidio.it
Egidio Perna nato a Napoli il 23 febbraio 1959, residente a Volla in Via M. Sandomenico,9. Professione Medico-Chirurgo-Senologo. Dipendente A.S.L. Napoli 1 Centro Pittore, Poeta, Scrittore, Giornalista.
Ultime notizie
Notizie correate