fbpx
domenica, Ottobre 17, 2021

Stellantis, fabbrica ancora chiusa: richiamati operai dalla Francia

Si lavora a singhiozzo da mesi per la mancanza di centraline

 

POMIGLIANO D’ARCO – Lo stabilimento Stellantis di Pomigliano d’Arco, resterà chiuso anche oggi a causa della carenza di centraline dovuta alla mancata fornitura di semiconduttori. E la crisi di rifornimenti costringe l’azienda a richiamare in sede anche i trasfertisti che da qualche mese erano impiegati negli stabilimenti francesi del gruppo, dopo la fusione di Fca con Psa.

 

Lo rendono noto Fim, Uilm, Fismic, Ugl e Aqcfr, sottolineando che la mancanza di semiconduttori “sta colpendo tutti gli stabilimenti Stellantis e non solo quelli”. Per questo motivo i circa 50 operai della fabbrica automobilistica campana, in trasferta in Francia, a breve saranno richiamati a scaglioni per rientrare a Pomigliano, dove si lavora a singhiozzo da mesi per la mancanza di centraline.

 

I lavoratori impiegati al G.B. Vico, infatti, sono rientrati in fabbrica lunedì 30 agosto, dopo quasi due mesi di stop tra carenza di forniture e ferie estive: le tute blu sono state costrette a fermarsi già nel pomeriggio del giorno di rientro, a causa di un problema con la fornitura di sedili, per poi lavorare martedì, mercoledì ed il primo turno di giovedì. Da allora sono fermi per la carenza di centraline, ed il rientro è previsto per mercoledì 8 settembre.

 

Foto ClubAlfa

Ultime notizie
Notizie correate