CONDIVIDI

Don Raffaele era subentrato il 28 novembre 2020 alla guida di una delle più antiche parrocchie di Somma Vesuviana dopo la prematura morte di Mons. Alfonso Pisciotta. Malato da tempo, ha continuato a svolgere il suo ministero fino all’ultimo con la sua semplicità e con gli occhi ricolmi di fede.

 

E’ stato un presbitero garbato e attento – afferma Don Nicola De Sena, parroco di San Michele Arcangelo – soprattutto tra noi sacerdoti. La sua testimonianza di pastore disponibile e intelligente sarà sempre un punto di riferimento per le comunità, che ha guidato con sapienza e amore.

Don Raffaele Rossi nacque a Saviano il 15 febbraio del 1959. Dopo gli studi di primo grado, frequentò l’Istituto magistrale, dove conseguì il diploma di maturità. Insegnò nella scuola elementare come supplente, ma andò maturando in lui la scelta di consacrarsi al Signore.

Il 29 Novembre del 1982, Mons. Guerino Grimaldi (1916 – 1992) firmò la domanda di ammissione per il Seminario maggiore. Frequentò la Pontificia Facoltà Teologica per l’Italia Meridionale di Napoli – Posillipo Sezione San Luigi, retto dai Padri Gesuiti. Nel 1986 conseguì, dapprima, il Baccellierato in teologia e, successivamente, il 14 settembre dello stesso anno, ricevette il Diaconato nella parrocchia di Sant’Erasmo in Saviano. All’epoca fu aiuto presso l’erigendo Istituto per il sostentamento del clero della Diocesi di Nola.

Intanto, iniziò la sua esperienza pastorale nella Parrocchia di San Michele Arcangelo di Saviano con Don Andrea Pesapane. Il 19 settembre 1986 nella Cattedrale di Nola, ricevette l’ordinazione sacerdotale da Mons. Giuseppe Costanzo (n.1933). Nello stesso anno, il 18 ottobre, lo troviamo Vicerettore del Seminario Diocesano di Nola con il Rettore Mons. Giuseppe Giuliano. Assistente diocesano per l’A.C.R. (Azione Cattolica dei Ragazzi), viene nominato, nel 1994, parroco di San Felice in Pincis in Cimitile. Il 9 novembre del 2003, Mons. Beniamino Depalma lo nominò parroco di Santa Maria di Costantinopoli in Somma Vesuviana. Il 2 novembre del 2008 fu parroco a Santa Maria la Nova in Sant’Anastasia.  Il  24 ottobre 2010, prima di ritornare a Somma Vesuviana, esplicò il servizio pastorale nella Parrocchia di San Clemente a Casamarciano.