CONDIVIDI

Riceviamo e pubblichiamo dall’ufficio stampa del Comune di Somma Vesuviana

Di Sarno: “Ora i dirigenti scolastici potranno comunicare direttamente ai medici di base eventuali casi di positività al Covid, qualora dovessero verificarsi, riducendo i tempi di intervento. No allo smantellamento dei servizi Asl sul territorio di Somma Vesuviana”.

Lunedì riapertura delle medie e superiori sul territorio di Somma Vesuviana.       

 “Scuole a pieno regime da Lunedì a Somma Vesuviana ma monitoreremo la situazione con particolare attenzione. Per questo abbiamo oggi riunito la TASK – FORCE sulla scuola formata da tutti i Dirigenti Scolastici, i Presidenti dei Consigli di Istituto, il Coordinatore dei medici di medicina di base, il coordinatore dei pediatri di libera scelta, dai rappresentanti dell’Associazione Nazionale dei Genitori presente in Campania e riconosciuta dal Ministero dell’Istruzione, al fine di interagire sulla situazione epidemiologica locale.Sono state poste tre questioni fondamentali: assembramenti fuori alle scuole, sinergia tra dirigenti scolastici e medici di base, infine lo smantellamento di alcuni servizi dell’Asl sul territorio di Somma Vesuviana di cui sono venuto a conoscenza e questo non è tollerabile”. Lo ha affermato Salvatore Di Sarno, sindaco di Somma Vesuviana comune del napoletano, a margine della riunione della Task Force comunale sulle scuole, svoltasi con modalità a distanza e terminata da poco.

Grazie alla TASK – FORCE i dirigenti scolastici comunicheranno direttamente ai medici di base eventuali casi di positività al Covid. No allo smantellamento dei servizi Asl.

“Sugli assembramenti all’esterno delle scuole la situazione deve essere molto chiara. Sarà fondamentale da parte dei genitori che accompagnano i figli il rispetto delle norme e dunque mantenere il distanziamento di almeno di un metro – ha continuato Di Sarno –  e non fermarsi in abbracci. Nel corso della riunione abbiamo raggiunto un risultato estremamente importante. I dirigenti scolastici, grazie alla task – force, avranno una sinergia diretta con i medici di base. In questo caso qualora un bambino, uno studente dovesse risultare positivo al Covid, il dirigente comunicherà direttamente al medico di base che dialogherà con l’Asl di competenza. In questo modo si azzerano i tempi biblici per le risposte che arrivavano anche ad 8 giorni. 

No allo smantellamento dei servizi Asl sul territorio di Somma Vesuviana. Non è possibile che una persona anziana debba recarsi alla sede di Marigliano per avere ciò che prima aveva a Somma Vesuviana. Nella mattinata di domani mi attiverò presso tutti i canali istituzionali per evitare che ci possa essere uno smantellamento del presidio di Somma Vesuviana. Chiederò il supporto anche dei nostri rappresentanti in Regione perché Somma Vesuviana è sempre capofila del presidio Asl e pretendiamo rispetto. Soprattutto in una fase pandemica delicatissima non è possibile che determinati servizi fondamentali per la popolazione vengano trasferiti a Marigliano, anzi chiedo che questi servizi vengano anche implementati!”. 

La task – force è formata da tutti i Dirigenti Scolastici, i Presidenti dei Consigli di Istituto, il Coordinatore dei medici di medicina di base, il coordinatore dei pediatri di libera scelta, dai rappresentanti dell’Associazione Nazionale dei Genitori presente in Campania e riconosciuta dal Ministero dell’Istruzione, al fine di interagire sulla situazione epidemiologica locale. Presenti il sindaco, Salvatore Di Sarno, l’Assessore alla Pubblica Istruzione, Stefano Prisco, l’Assessore all’Edilizia Scolastica, Salvatore Esposito