Somma Vesuviana premiata tra i «Comuni Ricicloni»

0
2152

Questa mattina il sindaco Piccolo, con l’assessore Clelia D’Avino e la ex responsabile dell’Ecologia, Mena Iovine, ha ritirato il premio al Grand Hotel Salerno.

Cerimonia di premiazione a Salerno per i comuni campani «ricicloni», che superano cioè il 65% di raccolta differenziata. Nel 2015 i comuni che hanno raggiunto e superato la soglia sono 199 per una copertura totale di 1.110.261 abitanti, con un aumento del 20% rispetto allo scorso anno.  Risultati che fanno la Campania di gran lunga, con il suo 49,13% di raccolta differenziata la più virtuosa in tale campo, dell’intero Mezzogiorno e con performance migliori anche di regioni del Centro e del Nord.

Sono definiti comuni ricicloni 2016 tutte quelle amministrazioni che hanno raggiunto la percentuale del 65% (come richiesto dalla normativa vigente), mentre per stabilire la classifica generale e la premiazione dei comuni è stato definito un metodo di valutazione, che tiene conto della percentuale di raccolta differenziata raggiunta dai comuni nel 2015 e della valutazione delle buone pratiche adottate dagli stessi. Dalla somma dei due indicatori è fatto derivare l’indice IPAC (Indice di prestazione ambientale del comune) che stabilisce la graduatoria finale. All’indagine hanno risposto ben 523 comuni pari al 95% del totale dei comuni (550), corrispondenti in termini di popolazione a circa il 99% del totale regionale. Per quanto riguarda la classifica dei capoluoghi di provincia la maglia rosa spetta a Benevento con 65,23% di raccolta differenziata, seguita da Salerno con il 64,05%. Terza Caserta con 47,84% e Avellino con 34%. Napoli chiude con 24,96%.

Nella categoria comuni sotto i 1.000 abitanti, vince Tortorella (Sa) con 98,16% di RD e 96.71 indice IPAC seguita da Ginestra degli Schiavoni (Bn) con 83,57% di RD e indice IPAC 87,50 e San Mauro Cilento(Sa) con 73,37% di RD e con 78,36 indice IPAC.
Nella categoria comuni tra 1000 e 5000 abitanti vince San Marzano di Nola (Av) con l’83,85% di raccolta differenziata e 88,70 di indice IPAC, seguita da Sant’Angelo a Cupolo (Bn) con 83,75% di RD e 86,63 indice IPAC e Durazzano (Bn) con 89,43% di RD e 86,60 indice IPAC.
Sassano comune del salernitano vince nella categoria comuni tra i 5000 e 10.000 abitanti con 95,54% RD e 86,88 indice IPAC, segue Guardia Sanframondi (Bn) con 88,19 % RD e 85,73 IPAC, terzo Agerola(Na)con 74,40% RD e 80,08 indice IPAC.
Vince Montesarchio con 82,83% di RD e 87,98 IPAC nella categoria dei comuni tra i 10mila ed i 20mila abitanti, segue Baronissi (Sa)con 80,89 % RD e 86,62 indice IPAC. Terzo Castel San Giorgio(Sa) con 79,19% di RD e 83,43 di indice IPAC.
Un premio anche per i comuni tra i 20mila ed i 50mila abitanti con leader Bacoli(Na) con 81,75% di RD e 87,23 di IPAC, seconda Vico Equense (NA) con il 66,56 % di RD e 76,59 IPAC, terza si classifica Somma Vesuviana(Na) con 65,65% di RD e 72,96 di IPAC.
Altro premio per i comuni tra i 50mila e 100mila abitanti con Pozzuoli(Na) leader con 78,85 % di RD e 81,19 indice IPAC,segue Acerra (Na) con 70,25 RD e 79,17 di indice IPAC, terza Benevento con 65,23 % di RD e 65,66 indice IPAC.

Comuni Ricicloni, come tradizione, assegna anche alcuni riconoscimenti speciali a comuni che si distinguono per la qualità di uno specifico servizio di raccolta e smaltimento, così come si riserva di dare menzioni particolari a realtà che si stanno muovendo con successo, magari in un contesto territoriale difficile.Premio speciale per migliore raccolta carta e cartone di Comieco per il comune di Ottaviano(Na). Miglior raccolta imballaggi in plastica di COREPLA per il comune di Frattaminore (Na); miglior raccolta imballaggi in alluminio del Cial per Bacoli (Na); miglior raccolta per imballaggi in vetro di CoReVe per comune di Vairano Patenora(Ce); miglior raccolta dell’acciaio di RICREA per comune di Fisciano(Sa). Inoltre premio speciale per la prevenzione nella produzione di rifiuti per il comune di Baronissi (Sa). Premio speciale per i centri di raccolta per i comuni di Sant’Anastasia (Na), Casalnuovo (Na), Massa di Somma (Na), Baronissi (Sa), Casalvelino (Sa), Portici (Na), Tramonti (Sa). Premio Speciale per la prima compostiera in Comunità ai comuni di Casalbuono (Sa) e Cuccaro Vetere(Sa).
In prima linea accanto al sindaco, per ritirare il premio conferito a Somma Vesuviana, c’era Mena Iovine, ossia la responsabile dell’ecologia che tenne in mano la situazione con mano ferma anche in piena emergenza rifiuti, con sindaco il compianto Raffaele Allocca. Fu riconfermata poi anche dalla commissaria prefettizia e infine dal sindaco Piccolo fino al maggio di quest’anno quando la responsabilità, con la rotazione delle posizione organizzative le fu tolta…La Iovine, sul suo profilo Facebook, nell’annunciare il riconoscimento e postando le foto della cerimonia di stamane ha scritto: «Raffaele Allocca mi manchi».

Quanto al sindaco Piccolo, anche lui ha affidato ai  social la sua soddisfazione:  «Stamani, a Salerno, ho ritirato il premio ” Riciclone” per l’anno 2015 assegnato alla nostra città da Legambiente quale prima in Campania fra quelle con piu’ di 30.000 abitanti. Un doveroso grazie va soprattutto ai cittadini sommesi, i tanti che con grande senso civico e non pochi sacrifici hanno collaborato e continuano a farlo per differenziare sempre di più’, contribuendo a quello sviluppo sostenibile che in tanti ci auguriamo.Vergogna,a voce alta invece,a quei pochi che ancora offendono e minano il futuro dei loro figli con comportamenti incivili e lesivi. Un grazie personale all’allora dirigente dell’ufficio ambiente Filomena Iovine, all’ex assessore Nunzio Saviano ed al Vice-Sindaco Clelia D’Avino,che con l’iniziativa “Missione Riciclo” ,messa in atto proprio nel 2015 riducendo ad un solo giorno a settimana la raccolta dell’indifferenziato, hanno consentito alla nostra città di ricevere questo prestigioso riconoscimento. Il nostro impegno continua con l’attuale comparto ambiente, dirigente Francesco Ferraro ed assessore Luigi Aliperta,per migliorare ancora di più’ la nostra offerta in relazione alle problematiche ambientali».