CONDIVIDI

No Banner to display

 Ancora non è chiara la dinamica che ha portato all’omicidio di Vincenza Tortora, 63 anni, moglie del titolare del supermercato Etè di via Marigliano 26, a Somma Vesuviana. La vittima era originaria di Saviano.

Tutto sarebbe nato da una lite iniziata tra marito e moglie all’interno del Superstore «Cuori e Sapori», continuata poi nel parcheggio, luogo dell’omicidio. Tra i due si sarebbe intromesso, per sedare gli animi, un fornitore che poi, nella concitazione degli attimi in cui il titolare dello store avrebbe estratto il coltello, è rimasto ferito. Ma la dinamica è ancora da accertare, intanto l’uomo che ha colpito la moglie con un fendente al cuore si è costituito. Certo è che tutto è cominciato da un litigio, da accertare se sia divampato tra coniugi o tra il titolare del supermercato e il fornitore, rimasto peraltro ferito e ricoverato attualmente all’ospedale di Nola, non in pericolo di vita.

Sulla vicenda stanno indagando i carabinieri della compagnia di Castello di Cisterna. L’autore del delitto si è intanto costituito alla stazione dell’Arma di Ottaviano. Il cadavere della vittima è stato portato via dopo i rilievi dei militari e il centro commerciale è ovviamente chiuso. Sui nastri che delimitano il luogo della tragedia è stato affisso un foglio A4 con la dicitura “Chiuso per lutto”.