Somma Vesuviana inizia a tingersi di rosa con il libro “Il Giro racconta”

0
915

Nella splendida cornice del Castello d’Alagno  si è tenuta la presentazione del libro Il Giro racconta di Gian Paolo Porreca. Una stupenda storia della Corsa Rosa e dei suoi 116 arrivi in Campania.

 

 

Alle ore 11.00, di sabato 29 aprile, il medico e scrittore napoletano Gian Paolo Porreca ha presentato il suo ultimo libro: Il Giro racconta, edito dalla casa editrice Le Varie, seconda edizione, con i racconti di Gianfranco Coppola e di Gian Paolo Ormezzano. L’evento rientrava nella rassegna municipale Una Somma di Libri, eventi culturali per il territorio, in collaborazione con la Città metropolitana di Napoli e l’ Associazione culturale I colori della poesia, ben diretta da Annamaria Pianese. Presenti, con  i propri saluti istituzionali, il Sindaco Salvatore Di Sarno e gli assessori Rubina Allocca e Rosalinda Perna. Hanno discusso con l’ autore: Gianfranco Coppola, presidente Nazionale USSI; Marco Lobasso, giornalista ed editore. Ha moderato e introdotto lo scrittore Mario Volpe. Presente, tra il pubblico, il prof. Angelo D’Avino, il figlio del ciclista sommese Giuseppe che nel 1945, rispondendo ad un pubblico appello, donò generosamente al caporale Fausto Coppi, reduce di guerra, la sua bicicletta per permettergli di poter tornare ad allenarsi.

Il Castello d’ Alagno – ha affermato il sindaco Salvatore Di Sarno – era un luogo chiuso, ora è un patrimonio culturale dato alla città. Il Giro d’ Italia valorizzerà questo sito meraviglioso. Un onore, inoltre, essere riusciti ad avere l’ autore e giornalisti di spessore come Gianfranco Coppola e Marco Lobasso.

L’evento ha visto la partecipazione, inoltre, del gruppo ciclistico Team Resilence di San Vitaliano e la gradevole accoglienza degli studenti dell’Istituto Montessori di Somma  Vesuviana. Tra gli ospiti la Paranza di Zi Riccardo e le Donne della Tammorra che con i loro canti e balli hanno esaltato la tradizione popolare e contadina del nostro territorio. Insomma, un avvio eccellente di quel ricco programma che si concluderà l’11 maggio con il passaggio del Giro d’ Italia in città.

Gian Paolo Porreca nasce a Napoli nel 1950. Medico per passione e scrittore per vocazione, ha iniziato la sua attività letteraria nel solco della grande narrativa partenopea degli anni ’60, con una attenzione particolare per il mondo dello sport, e del ciclismo in assoluto. Giornalista pubblicista, è stato vincitore del Premio Coni e del Premio Selezione Bancarella Sport per la letteratura d’ispirazione sportiva. Attualmente è articolista de il Mattino di Napoli e di TuttoBici.

Gian Paolo Porreca

Pagina dopo pagina, arrivo dopo arrivo, il libro ci conduce con leggerezza tra i grandi campioni del ciclismo. All’inizio, all’epoca di Girardengo, Binda, per poi continuare con gli anni meravigliosi della famosa rivalità tra Fausto Coppi e Gino Bartali, e poi tra quella di Merchx e dell’amatissimo Gimondi. Per arrivare alle scintillanti sfide tra Moser e Saronni e poi, ancora, alle stagioni vittoriose di Bugno, di Indurain, di Pantani, fino a quella dei giorni nostri. E’ il libro che mancava a tutti gli appassionati, che riempie un vuoto nel mondo della letteratura sportiva e ci accompagna con grande emozione. Una carrellata, dunque, di storie di campioni, di uomini, di passione per lo sport della bicicletta e di appartenenza alla propria terra, che coinvolge ben 34 tra comuni e località sedi di arrivo di tappa in Campania.