Somma, aiuti alle famiglie in difficoltà: arrivano sostegni agli inquilini morosi

0
799

In aiuto a famiglie e persone in difficoltà economica!

 

Salvatore Di Sarno  (sindaco di Somma Vesuviana, nel napoletano) : ““Il nostro pensiero va a quelle famiglie e a quelle persone che per tanti motivi, pandemia inclusa, hanno una crisi economica e comunque un reddito non molto alto e che per vari motivi non riescono ad essere in regola con i pagamenti delle rette mensili per l’affitto!”.

      

“Il nostro pensiero va a quelle famiglie e a quelle persone che per tanti motivi, pandemia inclusa, hanno una crisi economica e comunque un reddito non molto alto e che per vatri motivi non riescono ad essere in regola con i pagamenti delle rette mensili per l’affitto. Dunque abbiamo messo in campo un’iniziativa a sostegno degli inquilini nel libero mercato della locazione, volta al contrasto del disagio abitativo dovuto ad una accertata situazione di morosità incolpevole ”. Lo ha annunciato Salvatore Di Sarno, sindaco di Somma Vesuviana,.

“Il contributo è destinato agli inquilini morosi incolpevoli con le seguenti finalità: a) sanare la morosità incolpevole, qualora il periodo residuo del contratto in essere non sia inferiore ad anni due, con contestuale rinuncia all’esecuzione del provvedimento di rilascio dell’immobile, fino ad un massimo di € 8.000,00;b) ristorare la proprietà dei canoni corrispondenti alle mensilità di differimento qualora il proprietario dell’immobile consenta il differimento dell’esecuzione  – ha affermato Rubina Allocca, Assessore alle Politiche Sociali del Comune di Somma Vesuviana – del provvedimento di rilascio dell’immobile per il tempo necessario a trovare un’adeguata soluzione abitativa, fino ad un massimo di € 6.000,00; c) assicurare il versamento di un deposito cauzionale per stipulare un nuovo contratto di locazione; d) assicurare il versamento di un numero di mensilità relative ad un nuovo contratto da sottoscrivere a canone concordato fino alla capienza del contributo massimo complessivamente cedibile di € 12.000,00.

I contributi possono essere corrisposti dal Comune in un’unica soluzione contestualmente alla sottoscrizione del nuovo contratto e, in caso di sottoscrizione di un contratto per immobile diverso da quello precedentemente occupato, ad avvenuto rilascio dell’immobile. L’importo massimo del contributo è pari a € 12.0000, 00”.