CONDIVIDI

Ecco la lettera agli anastasiani che la candidata sindaco del primo turno, dopo aver firmato l’apparentamento con il candidato del ballottaggio Carmine Pone, ha postato sul suo profilo social.

 

Carissimi concittadini,
ieri, sabato 26 settembre 2020, presso la Casa Comunale ho firmato l’apparentamento con il candidato a Sindaco Carmine Pone. La scelta è maturata alla luce del sole e con le ragioni rese note nella lettera da me indirizzatavi l’altro giorno. Vi scrivevo che avrei incontrato il candidato Sindaco Carmine Pone ( incontro avvenuto la sera di giovedì scorso presso la mia abitazione dove Carmine Pone si è recato ) per ascoltare con il grande rispetto per il quale lo ringrazio qui pubblicamente, ciò che in nome di Sant’Anastasia e senza nulla chiedere in cambio noi vogliamo sia realtà nei prossimi anni.
Gli abbiamo chiesto di dare a Sant’Anastasia una nuova e diversa stagione politica, umana, sociale e civile. Di non legare più, come è accaduto dal 2013 ad oggi, il nostro paese a vicende giudiziarie gravissime che hanno turbato e scosso tutti per arresti, corruzione, clientele.
Gli abbiamo chiesto di governare con trasparenza e rispetto a nome e per conto dei cittadini anastasiani.
Gli abbiamo chiesto di amministrare il paese dandogli contenuti, coesione sociale, slanci culturali, l’apertura ad un mondo, immenso che cambia, muta, si evolve, attorno a noi.
Gli abbiamo detto che il rispetto e la dignità si devono a tutti, che la prepotenza la usano gli arroganti e la stupida vanità è il vizio dei presuntuosi.
Abbiamo detto a Carmine Pone che una parola detta è per me, per tutti noi, una parola sacra se in gioco ci sono le sorti della nostra città.
Carmine Pone ci ha garantito, con garbo e fermezza che tutto questo farà da trama alla sua Amministrazione.
Abbiamo sottolineato, infine, che non vogliamo nulla in cambio. Nessun Assessorato, nessuna contropartita. Che io sarò in Consiglio comunale a supporto della sua azione amministrativa se lui, per primo e la sua amministrazione sapranno rispettare i temi che vogliamo difendere.
In virtù di tale “patto” tra persone perbene, stipulato alla luce del sole chiedo agli elettori che mi hanno già onorato della loro fiducia lo scorso 20 e 21 settembre e a tutti gli altri miei concittadini anastasiani, di votare, il prossimo 4 e 5 ottobre, per il candidato Sindaco Carmine Pone.
Un voto per il quale vi renderò conto ogni giorno nei prossimi cinque anni affinché Sant’Anastasia diventi davvero una città migliore, quel posto che tutti abbiamo in mente che possa diventare.

Domenica 27 settembre 2020
Con affetto e tanta gratitudine
Rosalba Punzo