Sant’Anastasia, il ministro Abodi (Sport) allo stadio “De Cicco”: “Torno a casa ricco di emozioni”.

0
1006

Il ministro per lo Sport e i Giovani del governo Meloni, Andrea Abodi, è arrivato allo stadio “Agostino De Cicco” per l’iniziativa “Un calcio alla violenza”, in favore di bambini vittime di violenza domestica e sessuale e non ha nascosto la sua emozione: applaudito da centinaia di bambini e ragazzi delle scuole anastasiane, si è detto commosso. “Questi ragazzi tolgono il fiato, è nostro dovere preservare la loro semplicità, ringrazio l’amministrazione comunale che, in sinergia con il personale scolastico e il supporto delle forze dell’ordine, riesce evidentemente a guidare la comunità e mobilitare più di settecento bambini” – ha detto Abodi, coinvolto nell’atmosfera giocosa. “Sono convinto – ha proseguito il ministro – che questa iniziativa testimoni il rispetto contro ogni forma di violenza nei confronti di qualunque persona, genere, territorio, condizione sociale e sono felice ci siano le scuole , il luogo dove ci costruiamo le difese immunitarie sociali e lo sport è suo alleato. Facciamo in modo che questi ragazzi possano guardare al futuro con maggiore fiducia e speranza, non solo perché glielo chiediamo ma perché glielo dobbiamo. Io sarò presente per l’amministrazione di Sant’Anastasia, grazie della gioia che mi è stata donata oggi”.

Il ministro Abodi ha poi ringraziato tutte le forze dell’ordine presenti ed ha ricevuto dalle mani del sindaco di Sant’Anastasia, Carmine Esposito, un oggetto in rame – grande risorsa delle tradizioni del territorio – e uno scaramantico corno blu che, alla presenza di Edoardo De Laurentiis, vicepresidente del Calcio Napoli, ha dato il via ai cori “Se ne va, la capolista se ne va”, con la dovuta scaramanzia e tanti applausi anche alla squadra “padrona di casa”, il Sant’Anastasia Calcio, che l’altro giorno è uscita vittoriosa dalla finale del campionato aggiudicandosi la Coppa Campania Promozione.
In campo, per l’amichevole iniziata con il calcio d’inizio del sindaco, una rappresentanza degli atleti del Sant’Anastasia Calcio della Peluso Academy e dello Sporting San Giorgio. Tutti insieme per un unico obiettivo: dare un calcio alla violenza. Presenti, oltre ad una nutrita rappresentanza delle scuole di ogni ordine e grado, l’assessore allo sport Cettina Giliberti e l’assessore all’Istruzione, Veria Giordano.

Il sindaco Carmine Esposito ha ringraziato tutti coloro che si sono adoperati per l’evento, promosso dall’Associazione Fratellanza con il patrocinio del CONI e del Comune, con la collaborazione del Sant’Anastasia Calcio. “Grazie anche al ministro Abodi che ha voluto essere qui e che si è reso disponibile ad ascoltarci e sostenerci. Questa è una giornata bellissima, come tutte quelle in cui ci sono le scuole, i ragazzi, la cultura e noi siamo e saremo sempre attenti a queste iniziative con i giovani, ci crediamo molto perché significa investire sul futuro e pensiamo inoltre che lo sport sia un veicolo importantissimo di regole, impegno, senso del sacrificio, un mezzo per combattere le devianze della società”.