Sant’Anastasia, classe in isolamento: tamponi gratis a studenti prima del rientro

0
983
Personale dell' Asl Napoli 2 nord, effettua il test "Casello Tampone", tamponi ad automobilisti seduti nelle loro auto seguendo l'esempio di quanto già avviene in Germania, Toscana ed Emilia-Romagna. 2 Aprile 2020 ANSA/CESARE ABBATE/

 

 

L’assessore Veria Giordano (Salute pubblica, Pubblica Istruzione): «Intendiamo evitare che si perdano giorni di scuola».

SANT’ANASTASIA – Una convenzione con un laboratorio privato sta consentendo all’amministrazione comunale di Sant’Anastasia di supportare fattivamente l’Asl velocizzando i controlli Covid – 19, con la non meno importante conseguenza di non far perdere agli alunni preziosi giorni di lezione. Il 15 novembre scorso il sindaco Carmine Esposito e l’assessore Giordano hanno incontrato tutti i dirigenti scolastici anastasiani di ogni ordine e grado e i referenti dell’Uopc del distretto 51, un incontro in cui si è tentato di chiarire i dubbi rispetto alle indicazioni da seguire nella gestione dei contatti Covid nelle scuole. Difatti, una nota ministeriale diramata il 28 ottobre, dettava indicazioni per individuare e gestire i contatti a scuola in caso di infezione. Dalle suddette indicazioni si evince che gli alunni venuti a contatto con un positivo posso fare un tampone a tempo zero – vale a dire entro massimo 48 ore dal sospetto di contagio – e, se il referto fosse negativo, possono rientrare in classe ripetendo il test cinque giorni dopo.

«Tenendo conto delle indicazioni – spiega l’assessore Giordano – abbiamo voluto evitare ulteriori disagi alla platea scolastica e pensato di inserirci come Ente abbattendo i tempi. I dirigenti scolastici possono contattarci direttamente e noi, grazie alla convenzione stipulata con un laboratorio, forniamo tutti i dati utili e i soggetti saranno subito convocati per il tampone. Perciò, in caso di esito negativo, l’alunno potrà rientrare a scuola immediatamente, per poi naturalmente ripetere il test cinque giorni dopo. In caso contrario, la convocazione dall’Asl e i tempi tecnici farebbero passare più o meno cinque giorni se non una settimana, senza contare che gli alunni o il personale scolastico interessato dovrebbe recarsi a Marigliano, come è stato fino ad ieri, o a Pomigliano d’Arco. Insomma, intendiamo ridurre al minimo i tempi di sospensione dell’attività didattica in presenza e favorire quanto prima i rientri in classe in sicurezza, andando al contempo incontro alle famiglie spesso impossibilitate a spostarsi senza disagi».

Già venerdì mattina, in seguito alla comunicazione arrivata sera da una dirigente scolastica, c’è a Sant’Anastasia una classe sottoposta alle misure di osservazione, ebbene al momento si stanno già eseguendo i tamponi su tutti i contatti. Gli alunni negativi potranno subito rientrare alle lezioni in presenza e ripetere il test tra cinque giorni avendo perso un solo giorno di scuola.

«Nella decisione adottata – afferma il Sindaco Carmine Esposito – ci siamo interfacciati con i responsabili Uopc di Pomigliano d’Arco che hanno concordato rispetto all’iniziativa. Non è certo un servizio con il quale intendiamo sostituirci all’Asl, bensì un concreto supporto che andrà a decongestionare i servizi e diminuire i problemi per le famiglie, le scuole e gli stessi alunni».