Sant’Anastasia, all’assessore Veria Giordano la delega alla “Gentilezza”

0
44
L'assessore Veria Giordano

 La delega alla «Gentilezza» all’assessore Veria Giordano. Il sindaco Carmine Esposito è tra gli amministratori italiani, poco più di cento in tutta la penisola, che hanno accolto l’invito dell’associazione «Cor et Amor», la quale fin dal 2014 ha contribuito, dal Piemonte, a diffondere buone pratiche con l’obiettivo di migliorare la vita sociale e le relazioni. Ma l’idea di un vero e proprio assessorato l’associazione culturale, poi trasformata in associazione di promozione sociale, l’ha lanciata nel 2019 per sopperire al clima causato da confronti politici troppo aggressivi sobillati dai social e dai cosiddetti «leoni da tastiera».

Da quel momento l’associazione ha tentato di diffondere l’iniziativa e numerosi comuni – da nord a sud – vi hanno aderito. Anche in Campania, in provincia di Caserta e Salerno. Ora la delega è istituita, con decreto sindacale, anche a Sant’Anastasia.  L’assessore Giordano aggiunge dunque alla delega alla salute e alla pubblica istruzione, anche quella alla gentilezza, associando al logo del comune di Sant’Anastasia anche il «cuore tangram», simbolo della delega. «Ho accolto con molto favore l’iniziativa – spiega – poiché ritengo che per accrescere il benessere delle proprie comunità sia necessario promuovere contesti in cui si possa riflettere e attuare pratiche di gentilezza. Faccio mia una frase di Fabrizio Caramagna: dovremmo riempire il cuore di gentilezza, la bocca di educazione, le mani di accoglienza e la testa di buoni libri, forse solo così potremmo tornare ad essere umani. Un assessore alla gentilezza si occupa di buona educazione, del rispetto verso il prossimo ma anche verso la cosa pubblica, favorendo l’unità e coinvolgendo i propri concittadini e le associazioni in iniziative di cittadinanza attiva per il bene comune». A Sant’Anastasia si mutueranno dunque numerose delle iniziative lanciate dall’associazione piemontese «Cor et Amor» e gli assessori che fanno parte della rete si impegnano a promuovere buone pratiche, mettendo al centro soprattutto i bambini e i ragazzi. Tra gli input che l’associazione promotrice definisce «buone pratiche», l’assessore Giordano ha già annunciato che accoglierà, per esempio, «il pacco dono della gentilezza ai nuovi nati», un regalo di benvenuto a tutti i neonati, futuri cittadini della comunità. «Inoltre, per ciascuno di loro – dice l’assessore – sarà piantato un albero, ovviamente tutte le iniziative avverranno, per ora e per tutta la durata della pandemia, senza pubblico e senza incontri: i doni e le pergamene saranno consegnati con l’ausilio della protezione civile». Sul sito ufficiale di Cor et Amor, costruiamogentilezza.org, è possibile consultare tutte le attività messe in piedi sul territorio nazionale.