Salta il Consiglio Comunale, opposizione all’attacco anche sul Puc: “Maggioranza in crisi”

0
442

ACERRA – “Questa mattina si doveva celebrare un importantissimo Consiglio Comunale.
In realtà, già la settimana scorsa, ricorrendo ad una furbata, il Presidente del Consiglio con la complicità del Sindaco e la partecipazione della maggioranza, aveva rinviato la seduta – dichiarano i consiglieri Casoria Giuseppe, Catapane Domenico, La Montagna Fausto, Maietta Salvatore, Messina Salvatore, Nocera Antonio e Piatto Andrea”.

“L’amministrazione è precipitata in una crisi profonda, incapace di affrontare i delicati nodi politici e indicare soluzioni forti e praticabili ai molteplici problemi che attraversano il territorio e la comunità di Acerra – aggiunge Andrea Piatto.
Il Sindaco deve prendere atto di questa situazione insostenibile e cambiare passo se ne è capace”.
“Tra gli argomenti ci sono 5 proposte e 5 question time di Coalizione Civica, a cui aggiungeremo quello sui lavoratori licenziati dell’Ipercoop. Sindaco e assessore La Montagna – concludono i consiglieri di Coalizione Civica – hanno fallito anche in questa trattativa”.

Il Puc

“La rottura con l’Amministrazione comunale Lettieri si è consumata sul Puc – dichiarano Peppe Candido e Salvatore Maietta, rispettivamente segretario e capogruppo dei Democratici X Acerra – perchè avevamo capito che era uno strumento elettorale, utilizzato prima alle regionali e poi alle comunali. Troppe promesse ed impegni da mantenere, incompatibili con una città che, secondo gli strumenti urbanistici provinciali, non può più consumare territorio”.

“La strategia di Lettieri è chiara – concludono Candido e Maietta – scaricare le sue responsabilità e le sue cambiali su un commissario e agitare la nuova proposta di Puc per le prossime regionali”.

“Per tutta la campagna elettorale ho avvertito che la promessa di d’Errico-Lettieri di approvare il PUC in caso di una affermazione in continuità, era una clamorosa balla – dichiara Andrea Piatto, capogruppo di X Acerra Unita – e dopo oltre 16 mesi la verità è venuta fuori: hanno preso in giro gli acerrani”.

“Che strano. Domani al primo punto c’e’ proprio il question time sul PUC che ho proposto io e oggi alle 13:30 hanno fatto la delibera – aggiunge Piatto – posso dire di essere contento perchè non solo cadono maschere ma perchè Acerra sta evitando uno scempio”.

“Certo sono ripartiti male – conclude Piatto – senza un aggiornamento delle linee di indirizzo da parte del Consiglio comunale, che, il 4 agosto 2022, ha visto la maggioranza d’Errico votare un programma di mandato che ora, sul punto più importante, non esiste più. Credo che mi divertirò molto nel dimostrare, in ogni sede, la centralità del Consiglio comunale in materia urbanistica”.