CONDIVIDI

Care cittadine, cari cittadini,

riprendiamo dopo la pausa estiva le manifestazioni di “Girando intorno al Vesuvio – Il Parco agricolo”Domenica 20 settembre, tra Somma Vesuviana e San Giuseppe, visiteremo due aziende agricole e assisteremo alla raccolta e lavorazione di “Noci, nocciole e sorbe  – i frutti di fine estate”. La qualità delle noci e delle nocciole vesuviane è nota. Le prime risultano essere ancora più sapide di quelle di Sorrento, complice la composizione chimica dei terreni vesuviani. Non è un caso che alcune aziende vesuviane si sono particolarmente distinte e affermate a livello nazionale per la produzione del liquore “Nocillo”. La coltivazione delle nocciole invece oggi segna il passo e molti ettari sono in stato di abbandono. Il fatto è che le varietà vesuviane, pur essendo anch’esse molto valide sotto il profilo organolettico, sono di pezzatura più piccola di altre e quindi trovano mercato non intere ma solo come granella per la industria alimentare, la quale paga poco e tende sempre a trovare fornitori anche esteri a buon mercato. Probabilmente sarebbe necessario investire sulla messa a dimora di nuovi noccioleti con nuove varietà. Le sorbe invece sono un frutto quasi dimenticato.

Il sorbo è una pianta (un albero) bellissima diffusa in tutta l’europa meridionale. I frutti non possono essere consumati appena raccolti, ma vanno lasciati ad “ammezzire” nella paglia oppure, nel vesuviano, si è soliti intrecciarli con rametti di salice facendone mazzetti da appendere sino a quando le sorbe non scuriscono e possono quindi essere mangiate (con grande voluttà). Alcune aziende vesuviane si sono poi inventate la confettura di sorbe con cui si possono fare anche splendide crostate (che probabilmente assaggeremo domenica!).
Arrivederci a Domenica quindi, venite in tanti, ci divertiremo !!!
Coordinamento di Cittadini per il Parco