CONDIVIDI

“È una proposta a cui non si può dire di no, è veramente il minimo sindacale. Una persona che si candida deve garantire che non ci sia nelle liste nessuno su cui gravi un’ombra o un’indagine per camorra o voto di scambio, corruzione o reati nella Pubblica amministrazione”. Così durante una conferenza stampa a Napoli, Valeria Ciarambino, candidata alle regionali in Campania per il M5S, ha parlato del patto ‘liste pulite’ proposto dai pentastellati alle altre forze politiche.

“Vogliamo alzare l’asticella di questa tornata elettorale e non fare più della Campania la maglia nera per impresentabili come è stato 5 anni fa con la lista stilata dall’Antimafia, ma un esempio di legalità e pulizia – evidenzia la Ciarambino -. Voglio fare un appello ai candidati della società civile che dovrebbero riempire anche le liste dei candidati in coalizione, di non prestarsi a fare da ‘foglia di fico’ ma essere loro stessi garanti di questo patto. Se in tutte le liste ci sarà pulizia e legalità allora avremo una grande vittoria per la Regione”, conclude.

(foto dal web)