CONDIVIDI

I Carabinieri della Stazione di Pompei, insieme a quelli del Nucleo Cinofili di Sarno, ai carabinieri forestali di Castellamare di Stabia nonché al personale dell’ASL Napoli 3 Sud, hanno scoperto un allevamento clandestino di cani di razza, ricavato all’interno della residenza privata di un 42enne, già noto alle forze dell’ordine. Il controllo è scattato nella prima mattinata, quando i militari hanno eseguito una perquisizione domiciliare a carico dell’uomo.

All’interno dell’abitazione e in un capanno ubicato nelle immediate pertinenze, sono stati rinvenuti 17 cani adulti e 24 cuccioli di razza “barboncino”, “bulldog francese”, “lagotto” e “chihuahua”, tutti privi di microchip e tenuti in pessime condizioni igieniche all’interno di gabbie da trasporto. Sono stati rinvenuti anche più di 400 sacchi e 74 scatole in alluminio contenenti alimenti per animali scaduti.

L’uomo è stato denunciato all’Autorità Giudiziaria per maltrattamento di animali, nonché sanzionato per un importo di 8.000 euro in relazione alle numerose violazioni amministrative riscontrate. Tutti gli animali sono stati rimossi dal luogo ed affidati ad un’idonea struttura.