Perché Ferragosto è la giornata più pericolosa dell’estate: i dati che spaventano

0
667

La settimana di ferragosto è da sempre la più attesa di tutta l’estate, soprattutto per i giovani, anche se spesso è una delle più pericolose.

Siamo agli sgoccioli, Ferragosto è ormai vicino e finalmente si può festeggiare il giorno più atteso di tutta l’estate. C’è chi decide di trascorrere una giornata tranquilla al mare, chi preferisce la montagna e chi, invece, decide di mettersi ai fornelli, o alla brace, e godersi la natura e il buon cibo.

Nonostante tutto gli aspetti positivi di Ferragosto e la gioia che porta, soprattutto tra i giovani, ogni anno sono tantissimi gli incidenti avvenuti tra la notte del 14 e il 15 agosto. Solo lo scorso anno in Campania, ad esempio, sono stati ben sette gli incidenti mortali avvenuti proprio a ridosso delle coste marittime, in cui per la maggior parte erano coinvolti giovani.

Quest’anno, infatti, ci sarà un incremento di controlli da parte delle forze dell’ordine proprio nelle giornate più a rischio (il 14 e il 15 appunto). Carabinieri, Polizia ed Esercito saranno presenti in posti di blocco strategici nelle zone più trafficate e popolate di Ferragosto, soprattutto i luoghi dedicati alla movida giovanile che, si sa, sono quelle più a rischio.

Il motivo dei tanti incidenti è da riscontrare, in parte, nel solito bollino nero di queste giornate in cui tantissime sono le persone che partono anche solo per due giorni per trascorrere la giornata di Ferragosto fuori casa e, proprio per questo, il pericolo di incidenti stradali è sempre raddoppiato rispetto alle normali giornate estive.

Ciò che si vuole evitare, in realtà, è raggiungere nuovamente il bilancio disastroso dello scorso anno in cui la Campania risulta ai primi posti in Italia per incidenti stradali.