CONDIVIDI
Covid-19 a Nola
Nuova postazione per tamponi drive-in nel comune di Nola.

A Nola la situazione Covid non è delle migliori. Continua a crescere il numero dei cittadini risultati positivi al virus. Un vortice che coinvolge ben 148 cittadini del comune, per un totale di 224 contagiati attualmente in sorveglianza attiva.

L’angoscia di una comunità che continua a soffrire per un virus che si è ripresentato dopo i mesi del lockdown con forza maggiore, seminando panico e malcontento generale. Ritornano le restrizioni imposte dal governatore della Regione Campania, come il coprifuoco alle ore 23 e il divieto di spostamenti tra province, se non per comprovati motivi lavorativi o sanitari. Poco alla volta sembra rivivere quella paura che ha caratterizzato i giorni più bui di questa pandemia, costringendo per circa due mesi gli italiani a non poter lasciare le mura domestiche. Questa volta si procede per gradi, nella speranza che le attuali limitazioni riescano a garantire una battuta d’arresto per il virus.

Uno dei comuni in provincia di Napoli, particolarmente colpito dal Covid, è senz’altro Nola. Ad oggi, sulla base dei dati aggiornati al 18 ottobre, si contano ben 148 positivi, per un totale di 224 contagiati attualmente in sorveglianza attiva. Una situazione devastante, la paura del contagio è dietro l’angolo. Ci si appella al senso civico dei cittadini, affinché ognuno possa dare il proprio contributo per contenere la diffusione del contagio.

Per evitare un sovraffollamento delle Asl, dei presidi ospedalieri e dei laboratori privati di analisi chimico-cliniche è stata adottata dal sindaco Gaetano di Minieri di Nola la scelta di sperimentare nuove postazioni drive-in per effettuare i tamponi riducendo al minimo ogni forma di contatto. Effetto collaterale di questa modalità alternativa di testare la positività o meno di chi si sottopone al tampone è senz’altro la congestione stradale. Code di auto in attesa del proprio turno, strade totalmente bloccate, abitanti che difficilmente accettano questa situazione non potendo neanche uscire di casa senza prima sprecare del tempo a causa del traffico.

Per contenere tutti questi problemi, il primo cittadino ha deciso che il comune nolano avesse bisogno di un’ulteriore postazione, predisponendo una nuova area, precisamente in via Mario De Sena, da adibire a postazione per effettuare tamponi in modalità drive-in. In attesa di ricevere tutte le attrezzature necessarie dalla Regione, il sindaco Minieri spiega che: «Ciò sarà utile per sfoltire un poco il traffico e, contestualmente, incrementare il numero dei tamponi. Insieme ce la faremo!». Un monito, un grido di speranza che squarcia il silenzio della paura. Distanziamento, mascherine, igienizzazione delle mani, unitamente alla sanificazione dei locali rappresentano piccoli gesti che nella loro semplicità riescono a fare la differenza.

(fonte foto: rete internet)